img_big
Spettacolo

Arisa allo Smeraldo: «X Factor? Ci sarò»

 Sembra aver superato il trauma per la separazione dal fidanzato storico, l’au­tore Giuseppe Anastasi che anche da “ex” ha firmato le canzoni dell’album “Ama­mi “. In recenti interviste Arisa parla di un nuovo amore travolgente.
«Noi che viviamo di istinti creativi siamo fidanzati un giorno sì e quello dopo no. Maurizio Costanzo ha detto che la creatività è single. Io ho bisogno di stare da sola nei miei momenti di creati­vità: mi piace dormire da sola, perché sogno di più e al risveglio mi ricordo quel­lo che ho sognato. Ci si deve cibare di se stessi per meta­bolizzare l’ambiente ester­no e raccontarlo secondo la propria visione. La solitu­dine stimola il mio univer­so onirico».
Quindi la consideriamo single?
«Oggi sono felicemente fi­danzata con il mio lavoro: la musica e la comunicazione, che nel mio caso si dirama in varie forme espressive. Per quanto riguarda il cuo­re, mi spiace per chi incon­tro sul mio cammino».
Abbiamo letto che è scor­butica e tratta male i gior­nalisti. Siamo fortunati noi, che l’abbiamo sem­pre trovata educata e di­sponibile, oppure sono esagerazioni dei blog?
«La gente che mi conosce bene si è fatta un sacco di risate quando ha letto que­sti articoli riferiti a un’inter­vista con Sky alla fine di un’intensa giornata di pro­mozione con tante altre in­terviste. Mi faceva molto male la spalla, un dolore che mi trascino dalla caduta sul palco di “X Factor”, e avevo bisogno di un mas­saggio.
Inoltre c’era un gran vociare e la confusione mi distrae. Hanno scritto che sono stata maleducata con la intervistatrice, ma le ho semplicemente chiesto se poteva sorridermi mentre mi faceva le domande, an­che se le stavo sulle scatole. Molti pen­sano che i perso­naggi famosi deb­bano essere sem­pre sorridenti, ma io non so portare maschere. Anche in tv si nota subito quando sono corruc­ciata ».
Quindi non è ve­ro che Sky l’ha e s t r o messa dalla prossi­ma edizione di “X Factor” per il suo ca­rattere capric­cioso?
«Non ho ancora firmato alcun contratto, ma penso di essere confermata fra i giudici. Hanno insistito tanto per avermi».
Lei ha un rapporto quasi intimo con i fan attraverso la sua pagina Facebook.
«Mi sento onorata per la comprensione della gente nei miei confronti.
A volte scrivo i miei stati d’animo più profondi ed è una gioia vedere che alcune persone spendo­no cinque minuti del loro tempo per darmi consigli o semplicemente confor­to. Poi cancello questi “post”, perché non mi va che vengano letti da chi sbircia distratta­mente il mio Face­book ».
L’ultimo Sanremo ha mo­strato una nuova Arisa.
« Sono felice perché alle persone è arrivata Rosalba, una donna che si nutre del­le sue tristezze, limiti e sconfitte. La canzone “La notte” è la testimonianza di un sentire comune. La mia arma vincente è la veri­tà. Io vengo da un pae­sino che offre poche prospettive, dove è presuntuoso perfino avere sogni. La mia amica del cuore Vic­toria Cabello l’al­ tro giorni mi ha ricordato che sono partita da niente e sono arrivata a co­municare quello che so­no realmente e non quello che gli altri vorrebbero che fossi».
Giovedì 19 aprile sarà ospite d’o n o­re all’inaugu­ razione del Torino GLBT Film Festival ­”Da Sodoma a Hollywood”.
«Mia madre mi ha insegnato a non giudicare le persone dal loro orientamento ses­suale. Ho accetta­to l’invito a fare una performan­ce pianoforte e voce perché ho capito che si trat­ta di un festival coraggioso. E tutte le iniziati­ve fatte con co­raggio meritano adesione e so­prattutto rispet­to ».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo