img_big
Spettacolo

Radio Italia festeggia i suoi 30 anni con un concertone in piazza Duomo

Un concerto-evento in piazza Duomo a Mi­lano, in uno dei luo­ghi più suggestivi del mon­do con grandi nomi della musica italiana. Un bel re­galo, non c’è che dire. Un regalo che si fa e soprattutto che fa alla città Radio Italia, l’emittente creata dal nulla da Mario Volanti e che que­st’anno festeggia 30 anni di vita. Dunque, un cast all star si alternerà lunedì 14 mag­gio per fare gli auguri a una radio nata nel 1982, quando al l’epoca andava per la maggiore la musica inglese e americana. Biagio Anto­nacci, Gigi D’Alessio, Pino D a ni e l e, Tiziano Ferro, J Ax, Modà, Gianni Moran­di, Negrita, Laura Pausini, Max Pezzali e Anna Tatan­gelo:
ecco i nomi di chi ha detto “presente” alla chia­mata di Volanti e del diret­tore artistico Tony Vandoni che hanno faticato, e non poco, a far coincidere la pre­senza dei vari cantanti, mol­ti dei quali impegnati in tour. Certo, uno show del genere assomiglia e non po­co a un “Festivalbar” qua ­lunque ed ecco dunque la necessità di avere una con­duzione. Doppia, per l’oc­casione: Enrico Ruggeri e
Belen Rodriguez i prescel­ti.
In un periodo di austerity come quello che stiamo vi­vendo, avere l’opportunità di vedere e ascoltare “tanto ben di Dio” gratis è di certo una buona notizia per i mi­lanesi chiamati dunque all’adunanza a partire dalle 20 del 14 maggio per quello che si prospetta essere come uno degli eventi di questo 2012. «Inoltre – spiega Vo­lanti – i nostri ospiti cante­ranno dal vivo accompa­gnati dalla Sanremo Festi­val Orchestra diretta dal maestro Bruno Santori e canteranno i brani che han­no fatto la loro storia musi­cale ». In soldoni, non do­vrebbero proporre brani in promozione, ma grandi hit ripescate dal re­pertorio di ognu­no.
Padrone di casa, dunque, Enrico Ruggeri, che oltre alla conduzione canterà anche qualche suo suc­cesso. « Ricordo ancora la nascita di Radio Italia – dice il cantante – e all’epo­ca sembrava una provocazione cul­turale, visto che in quegli anni erava­mo bombardati dal­la musica anglosas­sone che però poi ha vissuto di rendita. In realtà noi italiani co­me autori di testi siamo i migliori del mondo, solo in qualche occasione i francesi e i brasiliani ci hanno “tal­lonato”. Ho subito creduto nelle potenzialità di questa radio di sola musica italia­na». A giocar di sponda con Ruggeri ecco Mario Volanti: «Quando decisi di fondare Radio Italia mi presero per pazzo. Evidentemente non lo ero e se oggi siamo qui significa che qualcosa di importante lo abbiamo fat­to. Certo, con sacrifici, sfor­zi enormi e tanto lavoro. La nostra è una società indi­pendente che non ha rice­vuto capitali da chicches­sia ». «Comunque – continua il Volanti – per noi si tratta di un ritorno in piazza Duomo, visto che organizzammo un concerto lì nel 1996».
Il concerto-evento, vista an­che la location, si avvale della collaborazione del Co­mune. «Siamo felici di fe­steggiare i 30 anni di Radio Italia a Milano, città che è stata ed è tra le capitali delle radio e della musica d’auto­re», le parole dell’assessore alla Cultura Stefano Boeri che ha poi anticipato l’in­tenzione dell’ammi nist ra­zione di dare vita a un pro­getto dal nome “Radio da­ys”, ancora in fase embrio­nale, che mira a coinvolgere le emittenti con base nel capoluogo lombardo, ma non solo, trasferendo gli studi radiofonici in alcune piazze della città.
Tornando al concerto del prossimo 14 maggio, grande mattatrice sarà la co-con­duttrice Belen, che si è defi­nita «emozionatissima per poter presentare un cast da pelle d’oca», dicendo poi di avere un debole, tra i musi­cisti presenti, per Pino Da­niele.
“Radio Italia Live – Il Con­certo” sarà trasmesso in di­retta sulla radio, su Video Italia (canale 712 di Sky), su Radio Italia Tv (canale 70 del digitale terrestre), in streaming sul sito internet (radioitalia.it) e sarà possi­bile seguirlo anche sulle “app” per iPhone e iPad, su Twitter e Facebook. A dare il via allo spettacolo sarà la ” voce ufficiale” di Radio Italia, Luca Ward.
A corredo dell’ini zi ati va inoltre ci sarà l’esibizione degli studenti delle supe­riori vincitori del “1/o Tro­feo della musica italiana”, oltre a un’asta benefica onli­ne e una campagna sms soli­dale per ” Alice for Chil­dren” e a una tripla compi­lation con i brani che hanno segnato la storia delle oltre 250 mila ore di musica ita­liana trasmessa dalla radio dal 1982 a oggi.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo