img_big
News

Per Musy un’altra operazione: sono tre le persone sospette

Altre piste per gli investiga­tori che seguono il giallo Musy. I numeri di telefono dedicati pre­disposti dalla Questura e rivolti a chi volesse inviare informa­zioni sul caso, hanno comincia­to a squillare. Dopo due giorni le telefonate giudicate credibili sarebbero tre. Due, in particolare, offrireb­bero agli uomini della squadra Mobile identiche informazioni verso un preciso nominativo. Per cui sarebbero tre le persone sulle quali si starebbe indagan­do: i due segnalati dalle telefo­nate e il professionista indicato da un testimone attraverso un avvocato torinese. E proprio quest’ultimo, insieme con un giornalista che per primo ha re­so nota la circostanza, saranno interrogati questa mattina dal sostituto procuratore Roberto Furlan che intende andare a fondo della vicenda. Il testimo­ne aveva riferito d’aver ricono­sciuto lo sparatore osservando con attenzione il video registra­to da alcune telecamere di sicu­rezza e recentemente diffuso dalla polizia. «Sembra incredi­bile – aveva detto il supertesti­mone al suo legale -, ma quella camminata è inconfondibile, ho rivisto le immagini più volte e mi sembra di averlo riconosciu­to».

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 13 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo