img_big
Spettacolo

Vittoria Risi: “L’arte è una passione, ma la Juve…”

Di certo la sua presenza non è passata inosser­vata né per le strade torinesi né sugli spalti dello stadio bianconero dove la pornostar Vittoria Risi è anda­ta ad assistere all’exploit , contro la Lazio, della sua squadra del cuore.
Cosa ne pensa del nuovo Juventus Stadium?
« È una struttura bellissima nella quale il calore del pub­blico è palpabile e ci si sente davvero vicini ai calciatori. Per me, poi, si tratta davvero di una bella location visto che il mio interesse per la Juve è nato quand’ero ancora picco­lina a causa di un vicino di casa che era un tifoso sfegata­to e quindi rappresenta un ricordo molto tenero del mio passato».
Parlando di oggi, invece, tra i giocatori bianconeri qual è il suo preferito?
«Direi Arturo Vidal ma solo se fossi costretta a scegliere, di­ciamo che in generale mi piacciono molto gli stranie­ri ».
E il suo corregionale Ales­sandro Del Piero?
«È veneto come me e dal pun­to di vista sportivo è senz’al­tro un fuoriclasse ma è sposa­to quindi non mi permetterei di esprimere giudizi!».
Approfitterà di questa tra­sferta torinese per fare la turista?
«Torino è una città che cono­sco abbastanza bene ma senz’altro ogni volta scopro qualcosa di nuovo. Per esem­pio se dovessi dire qual è l’an­golo più romantico penserei subito al Parco del Valentino ma immagino che, come per esempio nella mia Venezia, esistano anfratti molto più in­timi ma meno conosciuti, chissà se incontrerò un tori­nese che me li faccia scopri­re… » Lei è single: cerca il Princi­pe Azzurro?
«Un po’ come tutti. In realtà, però, a causa del lavoro che faccio troverei difficile af­frontare una relazione di cop­pia ».
Prima di approdare al cine­ma per adulti lei si è diplo­mata all’Accademia di Bel­le Arti, è stata fidanzata con Vittorio Sgarbi, e anco­ra oggi non nega il suo amo­re per l’arte… «L’arte è senz’altro una delle mie passioni infatti la cosa che apprezzo di più a Torino è l’atmosfera culturale che si respira, la città offre moltissi­mo dal punto di vista artisti­co ».
Com’è oggi il suo rapporto con Vittorio Sgarbi?
«Ci conosciamo da un paio d’anni è posso dire che si trat­ta davvero di una persona in­solita e piacevolissima: le giornate con lui non sono mai una uguale all’altra e anche nell’arco della stessa giornata non fa mai due volte la stessa cosa».

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo