img_big
News

Agguato sotto casa a Musy: c’è un nome per il sicario

Quel video lo ha guardato e rivisto decine di volte. Pri­ma a velocità normale, poi a rallenty e si è convinto: «Non può che essere lui. La sua camminata è inconfon­dibile ». Una convinzione che il “supertestimone”, at­traverso il suo legale, avreb­be espresso ieri ad inqui­renti e investigatori che in­dagano sul ferimento dell’esponente dell’Udc Al­berto Musy
LO SPARATORE
Lo sparatore sarebbe un no­to professionista che con Musy avrebbe condiviso al­cune pratiche fallimentari.
Un professionista di grido già impegnato in recenti in­carichi di primo piano. Una persona conosciuta anche per i ruoli ricoperti in pas­sato in seno al suo ordine professionale. Gli investiga­tori non confermano, ma neppure smentiscono l’even­tualità

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 12 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo