img_big
Sport

«Inter, credi ancora nella Champions»

Da oggi non si può sbaglia­re più un colpo. Se quella di Trieste era già un’ul t im a spiaggia in ottica terzo posto, a maggior ragione l’ostacolo Siena arriva in un momento nel quale la zona Champions’ è poco meno di un miraggio. «Noi lavoriamo per arrivare terzi e per farlo bisogna vince­re. Ci proviamo finché la ma­tematica non ci condanna, però proprio per questo guar­diamo gara per gara – ha di­chiarato Andrea Stramaccio­ni in conferenza stampa -. Il Siena ha disputato una sta­gione importantissima, i no­stri avversari hanno fatto un grande lavoro e dato filo da torcere a tutti. Hanno le carte in regola per metterci in diffi­coltà ». Dopo aver studiato i bianconeri e ancor di più i propri giocatori, il tecnico dei nerazzurri ha deciso di miete­re le prime vittime sotto for­ma di esclusioni: non ci sarà Forlan dal 1′ e anche Guarìn
partirà dalla panchina. «Non sposo il termine turnover per­ché non si addice alla nostra condizione, bisognerà però valutare tante cose e mettere in campo l’Inter migliore – ha sottolineato l’allenatore ­. Diego purtroppo non riesce a capitalizzare quanto fatto in settimana, dove l’ho visto be­ne. La parte destra dell’attac­co è quella in cui le sue carat­teristiche sono meno valoriz­zate e lo ringrazio per essersi messo a disposizione. Può far meglio, ma ha fatto due assist in altrettante gare, non è stato così negativo. È un giocatore di livello internazionale, sa bene che ancora non ha trova­to continuità di prestazioni, ma non ha bisogno di tutela come potrebbe essere per un giovane. Le mie scelte su di lui saranno tecniche, non di altro tipo».

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola l’11 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo