img
Sport

Toro verso la A grazie ai gol last minute

 I gol last-minute trascina­no il Toro verso la Serie A. I numeri dicono che i granata sono specialisti nel cambiare il volto alla partita nel secon­do tempo e, in particolare, nell’ultimo quarto d’ora di gara. È segno questo di una squadra determinata e che non molla (quasi) mai e che nelle uniche occasioni in cui è scesa in campo con suffi­cienza ha pagato a caro prez­zo.
IL DIESEL TORO
La tendenza positiva del To­ro nei secondi tempi di gioco viene evidenziata con imme­diatezza già solo osservando i gol segnati da Bianchi e compagni. Appena due le marcature nei primi 15 mi­nuti di gara, mentre sono ad­dirittura 14 quelle siglate dal 75′ al 90′ (più recupero): da un eccesso all’altro, il Toro ha però trovato in 33 giornate la sua fisionomia e una pro­pria identità. Il gioco struttu­rato da Ventura fin dai primi giorni di ritiro estivo ha le sue peculiarità: pregi e difetti sono inclusi in tutto questo. Il sistema tattico granata por­ta la squadra ad essere “ra­gionatrice”: i giocatori sono portati a pensare all’avversa­rio, analizzandone (col tem­po in modo sempre più rapi­do, si spera) movimenti e contromosse da prendere sul campo. Questo spiega perché il Toro, sempre in attesa di un errore degli avversari e di guadagnare centimetri mi­nuto dopo minuto, ci metta così tanto (e con questa rego­larità) a trovare la via del gol. 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola l’11 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo