img
Spettacolo

Valentina Melis: «Per i figli c’è tempo, adesso sogno Zelig»

Milanese, classe 1980, Valentina Melis sogna di lavorare nel mondo dello spettacolo da quando è bambina. «Il mio modello di riferimento è sempre stato Lorella Cuccarini: quando la vidi in tv per la prima volta avevo otto anni. Ne rimasi stregata e decisi di prendere subito lezioni di canto, recitazione e dizione», ricorda l’attrice e conduttrice, che ha debuttato al timone del programma quotidiano “It generation” sul canale satellitare di Mediaset. Più di recente, ha recitato nei film “Asfalto rosso” e “Dreamland. La terra dei sogni” e ha condotto le video chat di Mediaset.it dedicate al “Grande fratello 12” (vinto da Sabrina Mbarek, 21 anni, entrata nella casa alla dodicesima puntata). Oggi è testimonial di “People’s Poker”, network che rappresenta la più grande comunità per il gioco online in Italia con oltre 1,5 milioni di utenti iscritti e che organizza tornei in giro per l’Italia. Intervistata a tutto tondo, si mette a nudo tra confidenze e riflessioni. E, sorpresa, osserva: «L’attore più sexy del cinema italiano? Elio Germano».
Partiamo da un commento su “Il Grande  fratello 12”: com’è stato?
«A mio avviso è stata l’edizione peggiore della storia del reality. Il cast era debole e ho fatto fatica ad affezionarmi ai personaggi. La situazione è migliorata solo nell’ultimo periodo, con l’arrivo degli ex concorrenti, di Patrick Ray Pugliese e di Sabrina Mbarek, la vincitrice».

Cosa sogna per il suo futuro?
Vorrei continuare a lavorare come conduttrice ed affermarmi anche come attrice: ho iniziato a studiare a 14 anni e adoro recitare. Il mio modello, in questo momento, è Vanessa  Incontrada: una delle poche presentatrici che riesce a coniugare in Italia la recitazione e la presentazione».

Con chi le piacerebbe girare una scena d’amore?
«Con Johnny Depp, che ha il fascino del bello e maledetto, e con Elio Germano, bravissimo e, secondo me, molto sexy».

Che tipo di trasmissione le piacerebbe presentare?
«Sognando a occhi aperti, “Zelig”, perché mi permetterebbe di lavorare sia come conduttrice che come comica».

Dal lavoro all’amore: come va?
«Benissimo. Sono fidanzata da sette anni con un uomo che preferisce mantenere l’anonimato e siamo molto felici».

Qual è la ricetta della felicità della vostra relazione?
«Semplice: siamo fatti uno per l’altro».

È pronta per il matrimonio?
«Non ancora, anche perché è un periodo difficile per sposarsi: anche se sono una precaria per scelta, la fase storica non è la migliore per progettare matrimoni e spese».

E per diventare mamma?
«Nemmeno: amo i bambini e desidero una famiglia, ma è presto. Mi do ancora un  paio di anni al massimo».

Che cosa la fa arrabbiare?
«L’ignoranza, intesa come razzismo, machismo e chiusura mentale».

E cosa la rende orgogliosa?
«In questo momento sono orgogliosa di me stessa. Nonostante le difficoltà incontrate, non mi sono mai piegata a compromessi. Vengo da una famiglia modesta ed è grazie allo studio, alla preparazione e al talento naturale che sono riuscita a farmi posto in un mondo particolarmente difficile. Ma la strada da percorrere è ancora lunga».

Nicole Cavazzuti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo