img_big
Sport

Ventura: «Vietato abbassare la guardia»

Amareggiato per la vicenda Scommessopoli e deluso per l’ultima sconfitta rimediata dal Toro ad Empoli, Ventura ha cercato di dare un colpo di spugna al passato, per pensare solo alla delicata sfida contro la Reggina, ospite questa sera dei granata all’Olimpico (ore 19): «Sento una profonda tri­stezza per le cose che stanno emergendo. Quella di Bari per me è stata un’a v v en t u r a straordinaria, che ora viene un po’ annacquata».
Ventura, in questi giorni vengono fatti i nomi di mol­ti giocatori. L’ultimo è stato Guberti, secondo quanto sarebbe emerso dall’inter­ rogatorio di Masiello.
«Aspettiamo il finale, magari tirerà fuori altro e nomi nuovi (sorride, ndr)».
Riguardo la sua esperienza barese, si è parlato del 3­3 con l’Udinese.
«Una partita pareggiata in mo­do incredibile al 94′ con un colpo di testa in mezzo a due o tre difensori. Si è trattato di una gara che ha coronato un campionato straordinario».
Parliamo di calcio giocato. Cos’è successo ad Empoli?
«C’è stata la dimostrazione del fatto che se vogliamo, pos­siamo. Ma se abbassiamo la guardia anche solo un attimo, paghiamo a caro prezzo».

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 6 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo