img_big
News

Musy, la bella notizia: «Non rischia la vita». Indagini a una svolta

Alberto Musy è fuori pericolo di vita. Il bollettino diffuso ieri dai medici delle Molinette che hanno in cura il consigliere co­munale dell’Udc, spiega che «il quadro clinico generale consen­te di dichiarare che il paziente è fuori pericolo di vita, salvo com­plicazioni ».
IL BOLLETINO MEDICO
Precisa Mario Illengo, primario della Neurorianimazione: «La Tac ha evidenziato una iniziale lieve riduzione dell’edema cere­brale». Ma ci vorranno settima­ne, mesi, per il suo recupero. Musy è ancora in coma farmaco­logico e in assistenza respirato­ria. «Sicuramente ha subìto dan­ni al sistema cerebrale, ma non sappiamo quantificarli, né pre­vedere i tempi di recupero. Prov­vederemo nelle prossime setti­mane a rallentare la sommini­strazione farmacologica». Si spiega nel bollettino: «L’elet­troencefalogramma è rimasto so­stanzialmente invariato. Si rile­va una normalizzazione dei va­lori di pressione intercranica. Gli scambi respiratori sono sod­disfacenti». Non si sa, spiegano i medici, «se e quando Musy po­trà tornare cosciente» . Infatti, non sarebbero prevedibili i tem­pi della sospensione graduale della somministrazione farma­cologica e, per ora, «non è possi­bile provare a farlo uscire dal coma».
A far visita a Musy, ieri mattina alle Molinette e per la seconda volta, si è recato il leader del Terzo Polo Pierferdinando Casi­ni che si è intrattenuto lunga­mente a colloquio con la moglie e la sorella del professore.

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 3 aprile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners