img_big
Spettacolo

Vasco: «Malato io? Sono in convalescenza. La danza è sensuale come il rock»

«Se scrivete ancora che sono malato vi prendo a bastonate». Alla prima apparizione pub­blica dopo i guai fisici e le dimissioni da rockstar, ieri all’Accademia della Scala per la consegna delle borse di studio da lui donate, Vasco Rossi ha voluto puntualizzare il suo stato di salute. «Circolano voci strane, che sono malato. Forse perché i medici hanno detto che serve un anno per recuperare la forma fisica. Quindi non dovete scrivere malattia, perché si tratta di convalescenza».
Dopo tanti trionfi a San Siro il Blasco è pronto al debutto al Teatro alla Sca­la, che martedì 3 aprile metterà in scena il balletto “L’altra metà del c i el o ” de d i ca t o all’universo fem­minile nelle sue canzoni, da “Alba­chiara” a “Sally”.
«Io amo la danza classica. Non da molto, ma ne sono follemente inna­morato, perchè trasmette provoca­zione e sensualità proprio come il rock, ma è più elegante. La danza è arte povera che va aiutata, offrendo la possibilità di studiare a chi ha talento e passione. Nel 2011 ho fon­dato la “Vasco Rossi Dancing Pro­ject”, un’associazione no profit pre­sieduta dal regista Stefano Salvati che ha portato alcune ballerine sul palco del mio tour “Live Kom ’11”. Sono lusingato che la Scala abbia accettato la nostra offerta di borse di studio annuali».

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 30 marzo

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo