img_big
Spettacolo

Venditti, da “Roma capoccia” a “Unica”: una carriera lunga quarant’anni

Quaranta anni di carriera sempre vissuti alla grande e in prima linea nella scena musicale italiana. Ne ha scritte di canzoni che il suo pubblico (e non solo) ha imparato a cantare a menadito, come “Alta marea”, “Ci vorrebbe un amico”, o ancora “In questo mondo di ladri” e le più recenti “Dalla pelle al cuore” e “Che fantastica storia è la vita”. Ma il concerto che Anto­nello Venditti terrà questa sera al Forum di Assago verterà ovviamente su “Unica”, il suo ultimo disco lanciato proprio dal brano che dà il nome al lavoro e da “Forever”, attualmente in rotazione. «I brani di “Unica”, disco a cui sono molto legato, avranno un ottimo spazio durante il concerto, anche se ci sono tanti brani della mia carriera che non posso non cantare. “Unica” e uno dei miei preferiti in assoluto, lieve e profondo insieme, è un concept ma lo si può ascoltare come si vuole».
Sono passati 40 anni da “Theorius Campus”: quale suo album del passato ri­pubblicherebbe per farlo ascol­tare ai più gio­vani che magari non hanno potu­to/ voluto ascol­tare il Venditti degli anni ’70 e ’80?
«Ce ne sono tanti.”Lilly” è il primo disco che segna un passaggio im­portante dopo l’esordio ” Theo­rius Campus”. Poi certamente “Sotto il segno dei pesci” e “Cuore”».
“Canzone per Seveso” e “Milano è lontana”: c’è anche Milano nelle sue canzoni, il suo rapporto con la città?
«Ho vissuto per tre anni a Carimate. Io e Milano siamo legati da un rapporto ormai trentennale, se nella mia vita non ci fosse stata Milano, capitale della discografia, non ci sarebbe stata neanche la mia storia di cantautore romano».
Il Venditti degli esordi proverebbe la strada dei talent show e cosa pensa di queste trasmissio­ni?
«Non ho nessun tipo di preconcetto né per la tv in sé, né per i talent show, il problema è credere che la tv sia il punto di arrivo. Anche se oggi purtroppo la musica non trova più una vera collocazione in tv o nei giornali».
Sul palco stasera (si comincia alle 21, sold out) Venditti sara accompagnato da Derek J. Wilson
(batteria), Alessandro Canini (percussioni, batte­ria e chitarra), Fabio Pignatelli (basso), Alessan­dro Centofanti (piano e organo), Danilo Cherni  (tastiere), Benedetto “Toti” Panzanelli (chitarra),  Maurizio Perfetto ( chitarra), Amedeo Bianchi (sax), Sandy Chambers e Julia St. Louis (cori).

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo