img_big
Spettacolo

La Lecciso e Al Bano di nuovo insieme

Albano e Loredana Lec­ciso sono tornati a vi­vere insieme. Dopo qualche anno di allontana­mento, nel corso dei quali pe­rò i due non hanno mai smes­so di frequentarsi per il bene dei loro figli, finalmente la coppia ha deciso di condivi­dere nuovamente lo stesso tetto. Yasmine e Al Bano Jr saranno senz’altro contenti del riavvicinamento ma an­che i genitori non nascondo­no la felicità pur evitando di sbilanciarsi e parlando solo della grande stima che li lega. Della stessa opinione anche gli amici storici e i parenti che, pur sapendo del riavvici­namento, preferiscono non commentare. La travagliata storia tra i due è nota, anzi notissima. Dopo il colpo di fulmine nel 2001 Al Bano e Loredana vissero felici per quattro anni fino a quando si dissero addio in diretta tele­visiva dopo una litigata piut­tosto plateale. Immediata­mente dopo l’addio i com­menti e i pettegolezzi si spre­cano: lui ammette di deside­rare una compagna riservata mentre lei, dal canto suo, ten­ta la strada della televisione. Le strade quindi si dividono anche se la frequentazione continua per il bene della pro­le. Oggi, a distanza di anni, le acque sembrano finalmente calme e il cantante, sulle pagi­ne di “Novella 2000” confer­ma la nuova convivenza. «Sì – ammette – è tornata, sta be­ne, ma è un rapporto diver­so ». Insomma sulla natura del rapporto la situazione non appare ancora definita ma uf­ficialmente la casa di Al Bano in quel di Cellino San Marco è anche la residenza della Lec­ciso perchè «ha capito che è giusto che i nostri due figli vivano lì». Al Bano, in con­clusione, non rinuncia ad una frecciatina contro l’ex moglie con la quale, ormai, i rapporti sono tesissimi dopo le reci­proche accuse che i due si sono scambiati nel corso dei mesi scorsi. «A differenza di Romina – ammette infatti il cantante di “Felicità” sulle pagine della rivista – quando è finita, non mi ha portato via i figli, è stata intelligente, e di questo gliene sono infinita­mente grato, la stimo».

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo