img_big
News

Torino: «Bigliettaio su tutti i tram». I tagli bloccano il progetto

 Il progetto prevede già dal mese di aprile i bigliettai sugli ultimi quattro tram della città ancora senza con­trollori fissi, ma sulla possi­bilità che le divise del Gtt salgano a bordo delle linee 13, 15, 15 e 18 fra una setti­mana, dopo il servizio già sperimentato sulle “metro­politane leggere” 3, 4 e 10, pesa l’incongita dei tagli. Tutto, dunque, potrebbe es­sere rimandato almeno di un mese e «se ci saranno questi tagli, vorrà dire che cominceranno da giugno » spiegano fonti vicine all’azienda di trasporti, evi­denziando come « con la chiusura delle scuole, la sperimentazione sarebbe più semplice».
Del resto, il conto dei tagli l’assessore ai Trasporti Claudio Lubatti lo ha già presentato nel corso del convegno organizzato da Pd e dal presidente della Se­conda commissione comu­nale, Mimmo Carretta, lo scorso mercoledì sera. «Non potremo fare altro che chiu­dere la metropolitana alle 21 e tagliare il personale di 400 unità – ha anticipato Lu­batti – Quello che è successo a dicembre, con una ridu­zione di un milione e 700mila chilometri coinvol­gendo 23 linee, sarà solo un ottavo di quanto accadrà, perché saremo costretti a to­gliere in maniera massiccia ancora un pezzo del servizio pubblico della Città».

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 23 marzo

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo