img_big
News

Minacce a Sitaf, Regione e forze dell’ordine: «Basta con la Tav o salterete in aria»

Quattro buste con polvere sospetta e lettere di minacce firmate tutte “Movimento No Tav”. L’ultima è stata recapita­ta ieri al V Reparto mobile della polizia in via Veglia. Le altre tre sono state inviate la scorsa settimana in Regione, presso gli uffici della Sitaf (la società che gestisce l’autostra ­da del Frjus) in località Casci­na Rolle di Avigliana e alla Compagnia dei carabinieri di Susa, ma di queste, fino a ieri, la Questura non ne aveva dato comunicazione.

Messaggi inquietanti, segno, dicono fonti vicine agli inve­stigatori, «di un probabile mu­tamento di strategia da parte di ipotetiche frange estreme del movimento», ma non si esclu­de neppure che le buste siano opera di una singola persona, forse di un mitomane. «Finite­la con la Tav o salterete in aria», si legge in tutte e tre le lettere allegate ad una mancia­ta di polvere grigia (forse ce­mento). Segue la firma: «Movi­mento No Tav». Le quattro buste sono identi­che: di colore giallo, i fogli bianchi, le scritte in stampatel­lo nero. La busta di ieri era indirizzata al ” Comandante del V Reparto mobile”, in Re­gione il destinatario era il Pre­sidente, l’amministratore de­legato per Sitaf, il capitano per la Compagnia di Susa. Singolare la scelta dei mitten­ti: le buste inviate alla polizia e ai carabinieri indicavano Si­taf, sul retro di quella mandata alla società autostradale c’era scritto V Reparto mobile, la busta ricevuta in Regione ave­va come mittente la “Compa ­gnia dei carabinieri di Susa”.

 

Tutti gli approfondimenti su CronacaQui in edicola il 14 marzo

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners