img_big
Rubriche

Paolo Nutini, stella del firmamento del pop mondiale

All’Arena Civica ri­flettori puntati questa sera su due interessanti protagonisti della musica internazio­nale che saliranno sul pal­co della rassegna ” Milano Ja zzi n’ F est ival “, giunta alla metà del suo percorso. Stiamo parlando dell’a r t i­sta scozzese Paolo Nutini, molto apprezzato per le sue doti canore ( e forse non solo per quelle, a giu­dicare dal grande numero di fan che accorrono ai suoi concerti) che canterà a partire dalle 20.40 ( ulti­ma tappa italiana), prece­duto dalla giovane inglese Florence and The machi­ne, che si esibirà alle 20.20 in punto. Voce graffiante e faccia pulita, Nutini è stato per molto tempo creduto ita­liano, per via del suo co­gnome, ma l’artista venti­treenne, nato a Paisley, a otto miglia da Glasgow da babbo toscano e mamma scozzese, della nostra lin­gua non capisce una paro­la. La sua carriera è stata fulminea, complice il suo grande talento e un pizzi­co di fortuna. Studia in Scozia e lavora on the road come tecnico del suono, mentre coltiva sogni di gloria nel mondo della musica. Una giorno, per caso, ecco presentarsi l’ occasione giusta: parteci­pa a un concorso canoro e viene notato dal produtto­re americano Ken Nelson ( già in studio con Col­dplay e Kings of the Con­venience), che lo fa traslo­care a Londra per comin­ciare a lavorare a un primo cd. Nutini registra così ” The­se Streets” (2006), album che vende ben due milioni di copie nel mondo, cifra impressionante di questi tempi per una artista ( so­prattutto se) al debutto di­scografico. E come se non bastasse il giovane cantau­tore scozzese viene invita­to l’anno seguente dai mo­stri sacri del rock, Rolling Stones e Led Zeppelin, ad aprire i loro live (2007). Protagonista lo scorso ” Primo Maggio” del Con­certone nella Capitale, proporrà nel corso di que­sta serata i suoi più grandi hit e il secondo pluripre­miato album ” Sunny Side Up” ( 2009). Florence and the Machine è invece il nome d’arte di Florence We lch , cantante inglese ventiquattrenne che si ispira musicalmente alla musica soul e all’in di e rock. Grazie ” You’ ve got the love” (cover degli anni ‘ 80) Florence ha scalato le classifiche di mezzo mon­do, conquistando pubbli­co e critica. Con il suo cd di debutto ” Lungs”(2009) ha vinto un ” Brit Awards” e, oggi consacrata big a tutti gli effetti, ha in can­tiere una collaborazione imminente con Thom Yor­ke dei Radiohead.Ad aprire i live dei due artisti si esibirà alle 19.40 un’altra giovane promessa scozzese, la diciottenne Carly Connor.Biglietti 27 euro + prev. Aperture porte ore19.30. Vendita biglietti: Ticketo­ne. Info su www. milano­jazzinfestival. itSonja Annibaldi

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo