img_big
Spettacolo
Venerdì ospite all’8 Gallery

Alessandro Casillo: “Se non canto mi chiudo in cucina”

Per lui tutto ha avuto inizio sotto i riflettori di “Io can­to”, lo show di Canale5, ca­pitanato da Jerry Scotti. A casa Mediaset è diventato l’idolo delle teenager, confermandosi fenome­no musicale del momento. E a quel punto, arrivare all’Ariston è stato un salto: Alessandro Casillo, classe 1996, ha vinto la sezione giovani dell’ultimo Festival di Sa­nremo, con il brano “E’ vero (Che ci sei)” e, dopo una breve pausa tra le mura di casa (e di scuola) è già pronto per incontrare i suoi fan su e giù per l’Italia. Prossima tappa, venerdì a Torino, al punto vendita Saturn di 8Gallery per autografare le copie del suo nuovo album, targato Sony Italia.
Sei salito sul palco dell’Ariston e hai vinto…
«E stata un’esperienza meravi­gliosa, avevo con me le persone che mi vogliono bene, la mia fami­glia. Il nome Sanremo fa paura, io avevo il terrore del palco, ma Gianni Morandi è stato un grande, mi ha dato consigli per gestire l’emozione. Ci tornerei cento mila volte».
Quanto è cambiata la tua vita?
«Poco: la mattina, come sempre, esco per andare a scuola, frequen­to un Istituto Tecnico a Milano, prendo il tram e la metro, ogni tanto mi fermano per gli autografi. Dopo scuola, mangio: adoro man­giare, spendo più in cibo che in vestiti. Poi esco con gli amici, studio e tre volte a settimana ho allenamento di calcio».

L’intervista completa su CronacaQui in edicola il 29 febbraio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo