img_big
Sport

Niente sconti per Ibra. Il Milan: «E’ ingiusto», la Juve è indifferente

Se Milan-Juventus era già nata all’insegna delle polemiche, le deci­sioni prese ieri dalla corte federale della Figc non hanno di certo aiutato e la conferma della squalifica di Ibrahimovic accenderà ancor di più la sfida in programma domani sera a San Siro. Sfida che, incurante della presenza o meno dello svedese, la Juventus ha preparato per tutta la settimana con le idee ben chiare.
GRAVE ERRORE
Intorno alle 17 di ieri è arrivata la notizia che in molti, da una parte e dall’altra, attendevano: domani sera Zlatan Ibrahimovic non ci sarà. La corte di giustizia federale della Feder­calcio ha respinto il ricorso del club rossonero che chiedeva un turno di sconto, sulle tre giornate inflitte allo svedese per lo schiaffo ad Aronica durante la partita con il Napoli. «Un grave errore giuridico», è stata l’im ­mediata reazione del club rossonero che ha espresso tutto il suo disappun­to con una nota: «La decisione della Corte di Giustizia Federale è ingiusta, perché ha applicato una sanzione de­stinata agli atti violenti, ad un atto che violento non è stato». Sui forum di Internet si sono immediatamente sca­tenate anche le reazioni dei tifosi e tra i supporter bianconeri in molti avreb­bero voluto lo svedese in campo per assistere ad una gara senza scusanti e ulteriori strascichi polemici.

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 24 febbraio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo