img_big
Cronaca

“Schettino ha taciuto la gravità dell’incidente”: nuova accusa

Omessa comunicazione alle autorità marittime dell’incidente contro gli scogli del Giglio: questa la nuova accusa per cui è indagato il comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino. Gli è stata notificata contestualmente con gli avvisi di garanzia ai sette nuovi indagati di ieri.

La procura di Grosseto ha contestato la nuova ipotesi di reato contro Schettino in base al diritto della navigazione. Per gli inquirenti Schettino deve rispondere nello specifico anche di non aver comunicato alla Capitaneria di porto di Livorno l’effettiva gravità della situazione, ritardando così le procedure di emergenza e soccorso. Schettino era già indagato dal 14 gennaio per omicidio plurimo colposo, naufragio, abbandono di incapaci e abbandono della nave.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo