img_big
Cronaca

Energia e alimentari valgono oro: “Fare la spesa costa il 4% in più”

Sono i prezzi al consumo dei prodotti acquistati con maggiore frequenza – dagli alimentari agli energetici – a segnare a gennaio un incremento che va in controtendenza col lieve rallentamento del tasso d’inflazione registrato nello stesso mese. Il cosiddetto carrello della spesa, a gennaio, mostra così un aumento del 4,2% tendenziale (contro il 3,2% del dato complessivo) e dello 0,8% sul mese precedente).

A gennaio la benzina aumenta del 17,4% (dal +15,8% di dicembre) su base annua e del 4,9% su base mensile. E su base annua, aumentano i maggiori tassi di crescita interessano l’abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+7,4%), i trasporti (+7,3%) e le bevande alcoliche e tabacchi (+6,1%). Quelli più contenuti riguardano i servizi sanitari e spese per la salute (+0,1%) e la ricreazione, spettacoli e cultura (+0,4%). I prezzi delle comunicazioni risultano in flessione dell’1,8%.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo