img
Cronaca

Benzina vicina ai 2 euro: «In un anno +25,8%». Stangata da 20 € a pieno

Non si arrestano i rincari per la benzina. Una stangata che – secondo il Coda­cons – per un pieno di benzina si traduce in 19,50 euro, considerato che il 20 febbraio 2011 si pagava mediamente, con servizio, 1,510 euro/litro. Un incre ­mento del 25,8%. Per questo «il ministro Corrado Passera deve convocare immediatamente, ad un unico tavolo di confronto, le associazioni di rappresen­tanza delle compagnie petrolifere, quelle dei gestori degli impianti e le associa­zioni di consumatori per stabilire regole ben più efficaci di quelle ridicole e per certi versi offensive attualmente previste nel decreto sulle liberalizzazioni». Secondo il Codacons, inoltre, «le insegne vanno rese obbligatoriamente lumi ­nose, vanno poste in alto vicino all’insegna del distributore e le sanzioni attual­mente previste per chi non aggiungerà, entro il 31 dicembre 2012, la modalità di rifornimento senza servizio, vanno applicate anche per il mancato adegua­mento della cartellonistica». «Si tratta di un rialzo mai visto, che risulta assolu­tamente insostenibile per le tasche delle famiglie e degli imprenditori agricoli» afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori. «Il prezzo del carburante ha ormai scavalcato di netto quello di molti prodotti di prima necessità: un litro di benzina – ricorda la Cia – costa praticamente il doppio di un litro di latte».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo