img
Sport

Caceres, che esordio: ne fa due a San Siro per la Juve di Coppa

Guardi in faccia il Diavolo e ti accorgi che in fondo non fa così paura. Alla Juve è successo anche ieri sera. Antonio Conte forse ha ragione quando sostiene che il Milan è favorito nella corsa al titolo. Ma quando le strade delle due prime della classe si incrociano la differenza, se c’è, non si vede. Anzi. In campionato, a Torino, la Juve aveva vinto e convinto. Ieri, in Coppa Italia, pure. Un successo firmato Cace­res, determinante da subito e sicuramente pre­ziosissimo da qui a maggio.
Una sfida, quella di San Siro, con tante seconde linee e che può rappresentare al massimo un piccolo assaggio del confronto che a fine mese metterà nuovamente Milan e Juve muso a muso e che sarà forse decisivo per lo scudetto ma se Conte cercava delle ulteriori risposte le ha avute e sono tutte positive. Un successo, quello della Juve, che mina le certezze dei rossoneri e che spalanca a Del Piero e compagni le porte della finale.
Il Milan parte meglio. Quando i bianconeri danno ai rossoneri lo spazio di manovra questi sanno farsi pericolosissimi. La squadra di Con­te è però insidiosa quando riparte in velocità e la partita è da subito assai godibile. Con il passare dei minuti la Juve cresce e costringe spesso il Milan nella propria metà campo. Al 32′ Estigarribia va vicino al vantaggio con un diagonale che si perde a lato di un soffio. Due minuti dopo i bianconeri certificano il predo­minio con la gran botta deviata di Giaccherini che costringe Amelia alla gran parata.

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 9 febbraio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo