img_big
Cronaca
“Entro 24 ore al via le operazioni di svuotamento carburante”

Costa, identificata un’altra vittima: è una cittadina tedesca

E’ stata identificata un’altra delle vittime tra i corpi recuperati dal naufragio della Costa Concordia. Si tratta della signora Siglinde Stumpf, cittadina tedesca. Lo rende noto la Prefettura di Grosseto.

L’incontro tra i cittadini dell’Isola del Giglio e il commissario delegato Franco Gabrielli di oggi pomeriggio è stato rinviato a domani a causa del maltempo. Sono infatti sospese le partenze dei traghetti da Porto Santo Stefano e Gabrielli non può quindi raggiungere l’isola. Il rinvio, da oggi pomeriggio alle 15 a domani mattina, è stato comunicato dal Comune dell’Isola del Giglio.

Stop a ricerca dispersi
La ricerca dei dispersi nella parte sommersa della Costa Concordia è stata definitivamente sospesa. La decisione è stata presa dai soccorritori perche «sono venute meno le condizioni operative di sicurezza». La decisione è stata comunicata dal commissario per l’emergenza Franco Gabrielli ai familiari e alle ambasciate.

“Entro 24 ore al via operazioni di pompaggio”
Ancora sospese, invece, ma solo temporaneamente per le condizioni le operazioni propedeutiche per l’inizio dell’attività del defueling da parte dei tecnici delle società Smit Salvage e Neri, bloccati dalle condizioni meteo. Il presidente della Costa Crociere, Pierluigi Foschi, ha spiegato in mattinata che entro “24 ore inizieranno fisicamente le operazioni di pompaggio del carburante” dalle cisterne della nave Concordia. Ma i tempi potrebbero essere ancora dilatati a causa delle burrasca annunciata per domani. Dal momento in cui l’evoluzione meteorologica sarà favorevole, ha poi precisato la Protezione civile, sarà necessaria una giornata di lavoro per ultimare le attività, dopodiché sarà possibile avviare il defueling. +Conforta, nella prospettiva di dare il via ai lavori di svuotamento delle cisterne, il monitoraggio della Concordia da parte del Dipartimento di Scienze della Terra dell’università di Firenze: il relitto non si è mosso. In giornata, è giunto all’ormeggio il pontone Marzocco che provvederà al recupero del materiale galleggiante e ingombrante proveniente dalla nave, nell’ambito del piano di rimozione dei rifiuti definito dalla società armatrice. Domani, infine, Gabrielli incontrerà i cittadini del Giglio e il comitato Sos Concordia che, proprio oggi, gli ha rinnovato la sua piena fiducia prendendo nuovamente le distanze da quello striscione comparso ieri con una scritta che, parafrasando l’ordine dato dal comandante De Falco a Schettino, intimava a Gabrielli di togliere la nave.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo