Cronaca

Moody’s lancia l’allarme: “La manovra deprimerà il Pil”

Mentre il presidente dell’Eurogruppo fa i complimenti a Mario Monti e dice di apprezzare i provvedimenti adottati fino ad ora dal nuovo governo italiano, l’agenzia di rating Moody’s lancia l’allarme e in una nota spiega come il decreto Salva-Italia «ridurrà il reddito disponibile delle famiglie attraverso un taglio dei trasferimenti e un aumento delle tasse». Secondo Moody’s gli effetti della manovra del governo italiano, non si ridurranno a questo. E l’agenzia prevede che il Pil, cresciuto dello 0,6% nell’anno appena concluso, si contragga dell’1% nel 2012. Il tasso di disoccupazione, sempre secondo il rapporto dell’agenzia di rating, dovrebbe poi crescere, passando da una media dell’8,2% all’8,8%.

Le previsioni sono state rese note ieri, a qualche ora di distanza dalle dichiarazioni di Jean Claude Junker. Il presidente dell’Eurogruppo ha espresso parole di apprezzamento per i provvedimenti adottati fino ad ora dal nuovo governo italiano. «Mi sembra che l’Italia – ha dichiarato a margine dell’apertura dei lavori del vertice Ue a Bruxelles – abbia ritrovato il cammino della ragione». Poi ha aggiunto, senza nascondere una punta di preoccupazione: «L’Europa è sull’orlo di una recessione tecnica» e le «previsioni macro-economiche non sono buone». Per questo, ha concluso Junker, «credo che si dovrebbe ora portare l’attenzione sulla creazione della crescita».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo