img_big
Rubriche

Gabriele Cirilli al Franco Parenti: «Venite tutti al “Cirque du Cirill”»

Dalla prima volta che, dieci anni or sono, Ga­briele Cirilli ha calcato il palco di “Zelig” a oggi, l’at ­tore abruzzese ne ha fatta tanta di strada. Confermato nel cast di “Zelig 2010” (dove spera di tornare l’anno venturo), nei mesi scorsi è stato scelto anche per interpretare il personaggio comico di Dante Piccione nel­la sesta edizione di “Un medi­co in famiglia”. E in attesa di riprendere le registrazioni del­la settima serie della popolare fiction di Raiuno, Cirilli do­mani sbarca al Teatro Franco Parenti con “Cirque du Ci­rill”, unica data di «un varietà con grandi per­sonaggi, musi­ca e balli» , spiega l’artista. A che cosa si riferisce iltitolo delloshow? «Si tratta di una dichiarazione d’intenti. Con il pretesto di festeggiare il mio compleanno (nato il 12.6.1967 a Sulmona, ndr.) metto in sce­na una festa circense, dove c’è un po’ di tutto. Sono il prota­gonista, ma sono attorniato da ben 18 artisti tra ballerini, crew hip hop, artisti di strada, contorsionisti, comici, dj e cantautori. Mi alterno sul pal­co nel ruolo di protagonista e spalla, in un mix di sketch a due, canzoni e balli. Proporrò il mio repertorio e la mia sto­ria. Per esempio spiegherò co­me è nato il personaggio di Tatiana e ricorderò i miei pri­mi passi da attore, tra storici cavalli di battaglia e nuove gag. Tengo a sottolineare che lo spettacolo sarà ripreso per essere trasmesso all’in te rn o dello spazio di “Palco e Retro­palco” su Raitre nella prossi­ma stagione autunnale. Se il pubblico televisivo apprezzas­se potrebbe nascere un nuovo format tv e magari una tour­née, un po’ come è avvenuto per gli show di Giorgio Pana­riello e di Fiorello ». Quando ha deciso che sa­rebbe diventato attore?«Da bambino piccolo. Ho delle foto che mi ritraggono ad ap­pena cinque anni già sul palco. Da adolescente la passione si era un po’ smorzata a favore di un maggiore interesse per le donne, ma poi è tornata a farsi sentire prepo­tentemente e a 18 anni mi sono iscritto all’università e allo stesso tempo al­la scuola di Proietti ».Quali sono i suoi prossimi impegni? «Girerò in tournée da solo. E da settembre parteciperò alle riprese di ‘Un medico in fami­glia 7′, che andrà in onda la prossima primavera. Non ne­go che mi piacerebbe anche tornare a “Zelig” e fare un po’ di teatro». Vive da dieci anni a Mi­lano. Come si trova? «Benissimo. Adoro Mila­no perché è la città che mi ha consacrato». Quando ha capito che il successo final­mente era arrivato? «Il giorno successivo alla mia prima parteci­pazione a “Zelig Tv”. Mi hanno subito rico­nosciuto al supermer­cato ». Lei è padre. Come si trova ad allevare suo figlio Mattia a Milano? «Bene: Milano offre un nume­ro altissimo di servizi che sem­plificano la vita dei genitori».Mercoledì 16 giugno, via Pier Lombardo 14, ore 21. Biglietti 15 euro. Info allo 02/5999520 o su

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo