img_big
Spettacolo

Weekend al cinema, 5 film in uscita da non perdere

Weekend di grandi uscite al cinema. Saranno infatti cinque le pellicole nuove nelle sale e ciascuna meriterebbe di essere vista.  Dall’azione di “Mission: Impossible – Protocollo fantasma” con Tom Cruise, al Brad Pitt de “L’arte di vincere”, passando per la Margaret Thatcher di Meryl Streep in “The Iron Lady”. Sul fronte italiano si segnala “A.C.A.B.” con Pierfrancesco Favino.

MISSION: IMPOSSIBLE – PROTOCOLLO FANTASMA di Brad Bird
Con Tom Cruise, Jeremy Renner, Lea Seydoux, Josh Holloway, Michael Nyqvist.
All’indomani di un attentato terroristico al Cremlino, l’agenzia americana di cui fa parte Ethan Hunt viene incolpata del folle gesto. Non c’è logica e un nemico si prepara a colpire di nuovo nell’ombra ma tutti gli indizi gli sono contrari e quindi l’agente Cruise e i suoi colleghi vengono scaricati dal Pentagono e dalla Casa Bianca. Sono senza copertura, braccati da polizia e servizi segreti, devono ritrovare onore e credibilità e l’unico modo è sventare il successivo attacco. Hunt ci riuscira’? E sapra’ capire in tempo se tutta la sua nuova, raccogliticcia squadra, è davvero in buona fede?

L’ARTE DI VINCERE di Bennett Miller
Con Brad Pitt, Jonah Hill, Philip Seymour Hoffman, Robin Wright, Chris Pratt, Brent Jennings, Tammy Blanchard, Jack McGee, Vyto Ruginis.
Il ruolo di manager di una squadra di baseball in caduta libera è l’occasione della vita per Billy Beane. Invece di affidarsi alle antiche tecniche dello spogliatoio, il giovane talento si affida alla statistica e cerca il sistema infallibile per individuare i giocatori migliori e la migliore disposizione tattica. La sua e’ una battaglia contro la logica del caso e per la vita.


THE IRON LADY di Phyllida Lloyd

Con Meryl Streep, Jim Broadbent, Harry Lloyd, Richard E. Grant, Olivia Colman, Ronald Reagan, Roger Allam, Nicholas Farrell.
Gli anni della gloria sono passati e Margie è ormai un’anziana signora che deve decidere a sgombrare il guardaroba del marito, scomparso da tempo. Eppure l’uomo, l’adorato e dispettoso Denis che la fece innamorare 60 anni prima, appare dal passato come una presenza viva, ben piu’ di un fantasma. A cena poi, l’ex ‘lady di ferro’, l’amata a criticata Margaret Thatcher che mise a ferro e fuoco l’Inghilterra, intrattiene i suoi ospiti con aneddoti del passato, considerazioni sul presente e ricordi in cui il confine tra la realta’ e la memoria sembra definitivamente abbattuto. Sono i sintomi del terribile male che affligge nella realtà il personaggio, ma nelle mani della regista diventano lo strumento per un andirivieni tra passato e presente in cui perfino Ronald Reagan può apparire come un personaggio della finzione anziche’ della storia politica.


A.C.A.B di Stefano Sollima

Con Marco Giallini, Filippo Nigro, Domenico Diele, Andrea Sartoretti.
Sono brutti, sporchi e cattivi i non-eroi di questo instant movie travestito da film d’azione che il regista del televisivo Romanzo criminale ha tratto dal libro-verita’ del giornalista Carlo Bonini. Sono i poliziotti del nucleo di pronto intervento della polizia, i famosi celerini che vanno in prima fila nelle manifestazioni di piazza, agli stadi, ovunque il rischio richieda l’intervento delle squadre anti-sommossa. Sono ragazzi giovani e uomini adulti con ferite personali, nevrosi, paure, idee e innocenze piu’ o meno bruciate. Sono anche drogati di violenza per un eccesso di contiguita’ con la stessa. Ma sono anche persone normali su cui scarichiamo volentieri i nostri sensi di colpa e pregiudizi collettivi.


IL SENTIERO di Jaszmila Sbanic

Con Zrinka Cviteic, Leon Luev, Ermin Bravo, Mirjana Karanovic, Nina Violic, Sono ragazzi come tanti Luna e Amar: si amano, cercano la felicità, un lavoro, una casa, un pezzetto di cielo. Ma non è facile diventare adulti nei Balcani di oggi, nella frammentazione di culture, rabbie, fedi e cinismi di una terra straziata da guerre sanguinose e troppe faide tribali. Cosi’ quando Amar viene licenziato e annega nell’alcool, Luna prova inutilmente ad aiutarlo, nella improbabile speranza che un possibile bambino insieme sia la soluzione. Invece Amar accetta un lavoro presso una comunità waabita lontano da casa e quando torna è diventato un fondamentalista che non concede alla donna alcuna parità e pensa di cambiare il mondo con la vendetta. Per Luna è presto l’ora delle scelte.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo