img_big
Cronaca

Moglie tradita si “vendica” e non fa celebrare il funerale del marito

Una vendetta particolare quella messa in atto da un moglie tradita: la donna infatti, ora che il marito è morto, gli nega il funerale. Il corpo dell’uomo di Bolzano, giace da 45 giorni in una cella frigorifera dell’obitorio.  Al centro della macabra vicenda il testamento (contestato dalla ex) con il quale il defunto lascia due appartamenti all’amante e il conflitto tra le due donne: l’ex moglie chiede che sia sepolto, la compagna che sia cremato.

E così, il corpo dell’uomo conteso è in una cella dell’obitorio da un mese e mezzo. La storia viene raccontata dal quotidiano “Alto Adige”, al quale si sono rivolti gli amici del defunto per pubblicare il loro appello. “Si provveda – chiedono nel loro messaggio suo quotidiano – a far cremare la salma, da tumulare accanto alla tomba della mamma”.

Ma evidentemente i litigi tra le due donne per ora hanno preso il sopravvento. Moglie e amante sembrano più che determinate a non mollare e a far valere le loro ragioni. E così, in attesa di una decisione, il corpo dell’architetto resta “parcheggiato” su un freddo ripiano della morgue.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo