img_big
Cronaca

Sciopero generale, venerdì di caos. I maggiori disagi nei trasporti

Venerdì nero sul fronte trasporti. Ma non solo perchè tanti potranno essere i disagi a causa di uno sciopero generale indetto dai sindacati di base per tutti i lavoratori del pubblico impiego e delle aziende private italiane. Uno sciopero di 24 ore che riguarderà tutte le categorie. Si fermano i trasporti – ferroviari, aerei, marittimi e pubblico locale – con il rispetto delle fasce di garanzia, dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21 – ma anche uffici pubblici, sanità, scuola, poste, telecomunicazioni. Per i cittadini, però, la difficoltà maggiore potrebbe essere quella degli spostamenti.

Sette le sigle sindacali che hanno proclamato lo stato d’agitazione – Usb, Orsa, SlaiCobas, Cib-Unicobas, Snater, SiCobas e Usi – “contro il Governo Monti e le sue politiche che – scrivono in una nota – penalizzano lavoratori, pensionati, precari e disoccupati e che, con il ricatto del debito, intendono far pagare la crisi a tutti tranne coloro che hanno generato, speculato e fatto profitti su di essa”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo