img_big
Spettacolo

Il debutto di Elena Morali al cinema: «Sono al settimo cielo Ma in amore invece…»

Dopo essersi fatta notare come concorrente della seconda edizione de “La pupa e il secchione”, Elena Morali è apparsa sulle riviste di gossip per le turbolente relazioni sentimen­tali con Renzo Bossi, figlio del senatur Umberto Bossi, e George Leonard, il principe del “Grande fratello 10”. Oggi è impegnata sul set de “Il tempo delle mimose”, un film di Marco Bracco con Serena Autieri, Fabio Testi, Anna Galiena e Tiziana Buldi­ni.
Ed è entusiasta: «Sono al settimo cielo. Il mio sogno è diventare attrice». Intervistata a tutto tondo, si mette a nudo tra confidenze e ricordi. E si toglie anche qualche sassolino su quel «cretino», come lo definisce lei, di Leonard.
Si attendeva una carriera più facile o più difficile dopo “La pupa e il secchione”?
«Più facile. Mi sono accorta che la cosa più complessa non è iniziare, ma continuare a stare a galla».
Quali sono le difficoltà maggio­ri?
«Una su tutte: tanti programmi mi vengono preclusi perché ho parte­cipato a un reality».
E i vantaggi?
«Grazie a “La pupa e il secchione” sono diventata più sicura di me stessa e ho conosciuto un sacco di persone che lavorano nell’am­biente».
Che qualità servono per emergere in tv?
«Determinazione, modestia e simpatia. Ma anche talento e preparazione».
E la bellezza?
«Pure. Diciamolo: per una donna che vuole lavorare in tv è un attributo fondamentale».
È favorevole alla chirurgia plastica?
«Solo quando è davvero necessaria. Trovo ridicolo che una ragazza di 20 anni si faccia ingrandire il seno per passare da una terza a una quinta».
Quindi non è vero che lei si è ritoccata?
«No, sono del tutto naturale. È una cattiveria gratuita circolata sui giornali che mi ha fatto soffrire molto».
Quanto le costa mantenersi in forma?
«Per ora poco: dovrei iniziare ad andare in palestra, ma sono pigra. Il mio unico sforzo, oggi, è frequentare assiduamente parrucchiere ed estetista».
E a tavola fa delle rinunce?
«No, per fortuna ho un metabolismo veloce. Però ho un trucco: mangio poco, tante volte al giorno».
Uno sguardo alla sua vita privata, come va?
«Sono single. E credo lo rimarrò per un po’: la brutta storia con Leonard mi ha scioccata. Ci siamo cono­sciuti durante “uMan Take Control” (il reality chiuso dopo appena due puntate l’anno scorso per ascolti insufficienti, ndr). Terminato il programma mi ha corteggiata in tutti i modi, senza dirmi che era ancora fidanzato con Carmela Gualtieri. E anche se i miei amici mi avevano messo in guardia, io ci sono cascata come una pera matura».
Ha sofferto molto per George?
«Moltissimo. Mi sono sentita pre­sa in giro. Mi aveva raccontato di stare con Carmela Gualtieri solo come copertura, per apparire sui giornali. È superficiale e infanti­le».
Lo sente ancora?
«No, l’ho incrociato un mese fa in un ristorante con Carmela. Ma non ci salutiamo nemmeno».
In amore per ora è una stata una donna sfortunata, o sba­glio?
«Direi proprio di sì. Anche la storia con Renzo Bossi è stata decisamente infelice».
E con “Il Trota” oggi in che rapporti è?
«Buoni. Ci siamo riappacificati, ma non ci sentiamo mai, se non per farci gli auguri. So che sta bene e che è fidanzato, non voglio intromettermi».
Che cosa cerca in un uomo?
«Protezione, sincerità e capacità di ascolto».
Da chi vorrebbe ricevere un invito a cena?
«Da Raoul Bova, senza dubbio».
Che cosa si augura per questo 2012 appena inizia­to?
«Di fare ulteriori passi in avanti nel la mia carriera nel mondo dello spettacolo». 
  

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo