Cronaca

Vicenza, disoccupato 45enne si toglie la vita

Un uomo di 45 anni, disoccupato dal mese di settembre, si è tolto la vita a Zanè (Vicenza) sparandosi alla testa con una pistola. L’azienda metalmeccanica dove lavorava fino a 4 mesi fa aveva ridotto il personale a causa della crisi, lasciando a casa buona parte del personale, tra cui il 45enne. L’ex operaio sarebbe caduto per questo in una crisi depressiva: la disoccupazione e il disagio psicologico avrebbero creato un mix di sofferenza che l’ha portato al suicidio. L’uomo non ha lasciato alcun messaggio. L’uomo viveva con l’anziana madre. E’ stata la donna, 84 anni, a scoprire stamane il cadavere del figlio, chiamando subito dopo i carabinieri. Gli accertamenti sono affidati ai militari dell’Arma di Zanè, secondo i quali è chiara la dinamica del suicidio. L’uomo custodiva regolarmente l’arma con la quale si è tolto la vita

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo