img_big
Rubriche Tecnologia

LA RECENSIONE – Happy Feet 2 (Ps3, Xbox 360, Wii, Ds)

Babbo Natale e la sua slitta ormai sono passati ma i più piccoli ancora aspettano l’arrivo della Befana a cavallo della propria scopa. Che cosa infilare nella calza insieme a caramelle e dolcetti? Warner Bros ha pronta la risposta: Happy Feet Two, la trasposizione videoludica del popolare film d’animazione uscito nelle sale italiane lo scorso novembre.

Sviluppato da KMM Games, Happy Feet Two è ovviamente rivolto a un pubblico molto giovane, composto principalmente dai piccoli fans dei pinguini che, specialmente con il primo film, hanno subito conquistato l’affetto degli spettatori più piccini ma anche dei loro genitori. Ed esattamente come per il film, non è detto che qualche papà o mamma con la “scusa” di aiutare il pargolo a proseguire nel gioco non finisca per appassionarsi anche al videogame.

Come era facilmente prevedibile, il gioco basa buona parte del proprio gameplay sulla musica. L’obiettivo è quello di ritrovare il piccolo Erik, fuggito dopo aver realizzato di non essere un abile ballerino. Per farlo, dovrete scegliere se impersonare Ramon o Mumble (Mambo nella versione italiana), anche se – giocando in singolo – a volte sarà necessario passare dal controllo di uno a quello dell’altro per riuscire a superare ostacoli o risolvere enigmi. Ovviamente il problema non si pone se invece giocherete in cooperativa con un amico (o con il papà): in questo caso ognuno impersonerà uno dei due personaggi.

L’avventura è suddivisa in capitoli ed episodi, per superare i quali è necessario portare in salvo con noi un certo numero di pinguini. Per farlo, dovremo superare enigmi e fasi platform (ovviamente di difficoltà adeguata all’età dei giocatori cui è rivolto il prodotto), sempre a passo di danza. Infatti a ogni tasto del nostro pad corrisponde una mossa di ballo, ovviamente da eseguire a tempo con la musica di sottofondo. Se ci riuscirete, otterrete un serie di risultati come camminare più velocemente o liberare dal ghiaccio dei pinguini. Inevitabilmente, con una struttura di gioco di questo tipo, la colonna sonora acquisisce un’importanza fondamentale e quindi una parte attiva del gioco è quella della raccolta delle “note musicali” necessarie a sbloccare i brani che poi potranno essere “upgradati” sempre con lo stesso metodo delle mosse da eseguire a tempo con la musica. In questo modo il vostro punteggio salirà fino a quando la canzone non aumenterà di livello migliorando l’arrangiamento.

Come detto, per avanzare nel gioco dovete riuscire a farvi seguire e a liberare dai vostri amici pinguini. Un obiettivo da raggiungere attraverso una serie di livelli a piattaforme ricchi di ostacoli che potrete superare solo con un adeguato numero di seguaci o con determinati tipi di pinguini, come quelli in grado di spaventare i nemici picchiando a terra con le zampe. Altre volte dovrete rompere delle rocce o attivare piattaforme di ghiaccio o magari scivolare sulla pancia lungo divertenti discese. Non mancheranno neanche i combattimenti contro i boss, sempre a base di danza. Insomma, la varietà non manca anche se non scongiura del tutto il rischio di una certa monotonia che potrebbe sopraggiungere nelle fasi più avanzate del gioco. Ovviamente ostacoli ed enigmi, pur aumentando di difficoltà mano a mano che proseguirete nell’avventura, resteranno comunque sempre adeguati al target cui è rivolto il gioco.

Tecnicamente Happy Feet Two, pur essendo lontano dalle produzioni top, non è male. La grafica è ben curata, sia per le ambientazioni che per i personaggi e il titolo è giocabile anche in 3D sui televisori dotati di questa opzione. Ovviamente una particolare cura è stata riservata al comparto audio, con una ventina di brani che miscelano hip hop e ritmi latinoamericani. Buona anche la longevità.

Happy Feet Two è un prodotto Warner Bros per Ps3, Xbox 360, Wii e Ds. La versione recensita è per Xbox 360.

I VOTI
Grafica 7,5
Sonoro 7,5
Giocabilità 7
Longevità 7
Totale 7,25

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo