img
Spettacolo
Ecco il calendario De Nardi

Dalla Milano da bere della Campari all’omaggio all’erotismo degli anni ’70

 I suoi scatti furono un gran successo. Le piaceva stupire i fan e così decise di posare senza veli per il calendario del mensile Max. Era il 2007 quando la giunonica Sara Tommasi si mostrò al grande pub­blico. Un salto non da po­co: da quel giorno, da sem­plice “schedina” e “pape­rina”, si mise in tasca 50 mila euro e divenne un’icona sexy. Oggi dice che quell’esperienza sa­rebbe irripetibile («Gli ita­liani hanno perso la voglia di guardare»), ma sono an­cora in tante le milanesi che anche quest’anno hanno ricalcato le sue ge­sta.

Se si sono rivelati una bufala i dodici mesi da appendere al muro di Nicole Minetti, Melissa Sat­ta e Raffaella Fico, sono andati in stampa quelli del calendario De Nardi che rende omaggio all’ero­tismo italiano degli anni Settanta attraverso una se­rie di scatti che ne richiamano le più grandi protagoniste, da Edwige Fenech a Laura Antonelli, e ha affidato il mese di giugno alla mo­della meneghina Arianna Espen Grimoldi, già vincitrice del concor­so Playmate di Radio 105 e coni­glietta di Playboy, nei panni di una Gloria Guida d’antan. Arianna se la gioca con un’altra bellezza citta­dina, Francesca De Andrè, la bella nipote del mitico Fabrizio. Dopo aver posato per “Playboy” ed essere approdata all’Isola dei Famosi, ec­cola sul calendario di “For Men”.

C’è poi l’almanacco della modella israeliana protagonista dell’ultima settimana della moda Bar Rafaeli. Dopo aver posato per quello di Sports Illustrated, per il 2012 è stata scelta dalla maison di lingerie francese Passionata per il proprio lunario. Ovviamente la Rafaeli è stata immortalata con addosso solo capi di biancheria intima. Immagi­ni colorate e brillanti in cui la top model interpreta svariate figure femminili: dalla ragazza che va a pesca alla bellezza in bicicletta, dalla tennista in reggiseno all’intri­gante marinaretta.
È dedicato alla Milano da bere il calendario 2012 della Campari con Milla Jovovich, l’attrice e modella ucraina che ha posato per l’obietti­vo di Dimitri Daniloff. Bisogna am­mirare la costanza con la quale, anno dopo anno, Silvia Rocca pub­blica nuovi calendari. Incurante del tempo che passa e delle crisi finanziarie che vanno e vengono, Silvia c’è. Resiste. E con lei il suo corpo.
C’è anche una milanese nel calen­dario del volley Bergamo campione d’Italia: è Valentina Diouf, che nei dodici mesi dedicati ognuno a un successo cinematografico, posa per il film “Flashdance”.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo