img_big
Cronaca

Scommesse, nelle intercettazioni ora spuntano Cannavaro e Buffon

Dieci partite truccate (di cui 3 in serie A), venti giocatori coinvolti, “talpe” alla Lega Calcio. La nuova tranche dell’inchie­sta sullo scandalo calcioscommesse non si argina ma anzi si alimenta come un fiume in piena. E in una intercettazione di uno degli arrestati spuntano i nomi di tre azzur­ri indicati come forti scommettitori: Buf­fon, Gattuso e Cannavaro.
«SONO MALATI»
L’intercettazione, come si apprende dalle notizie d’agenzia, risale allo scorso 30 set­tembre ed è una conversazione registrata nell’auto di Nicola Santoni, l’ex preparato­re dei portieri del Ravenna arrestato nei giorni scorsi. Parlando degli sviluppi dell’inchiesta, del ruolo di Doni e dell’Ata­lanta con un tal Maurinho, Santoni dice che «il calcio è tutto truccato, è tutto mar­cio… e quindi(…) perché poi c’è Buffon che gioca… gioca anche lui». Maurinho appare incredulo: «Anche lui…» e Santoni prose­gue: «Gioca 100-200mila euro al mese! …no…eh lui, Gattuso… Cannavaro… sono proprio malati! (…) Si sono fatti il loro mondiale, poi l’han vinto, quindi quel­lo…». La conversazione è stata definita di notevole interesse dagli investigatori, al­meno per quanto riguarda l’Atalanta («ci sono dentro anche loro, capito? …quindi è inutile che lo abbandonino») ma per quan­to riguarda il coinvolgimento dei tre azzur­ri non sono stati trovati riscontri, né sono emersi elementi investigativi da approfon­dire. Il sospetto è che Santoni potesse rife­rirsi all’inchiesta svelata poco prima del mondiale del 2006, che aveva visto per l’appunto coinvolto anche Buffon, succes­sivamente prosciolto da ogni accusa. Il portiere della Juventus e capitano della Nazionale, così come Gattuso, raggiunto da alcuni cronisti, avrebbe preferito non commentare.

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 28 dicembre  

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo