img_big
Cronaca

Berlusconi: “Sono sempre in pista”

“Io sono sempre in pista, sono sempre impegnato a sostenere la nostra forza di libertà”. Silvio Berlusconi utilizza la tradizionale telefonata natalizia alla comunità Incontro di Don Gelmini per tornare a parlare di politica e rassicurare i suoi circa la sua permamenza in campo anche per il futuro. Il Cavaliere si riprende la scena da leader del Pdl dopo la brusca fine del suo governo.

“Voglio ricordare a noi stessi – afferma – che siamo il partito di maggioranza in Parlamento e che i sondaggi ci danno in forte anzi fortissima ricrescita, perché gli italiani sono preoccupati”. Berlusconi ha sempre dato una grande importanza ai sondaggi, li compulsa in continuazione e li considera barometro delle sue fortune. Il fatto che, a suo dire, il Pdl è dato, dopo le vicissitudini del suo esecutivo, “in fortissima crescita” lo spinge a criticare le prime misure del governo del professor Monti che il suo partito, ora, è costretto ad appoggiare.

“Noi fino all’estate scorsa – sostiene l’ex premier – abbiamo sempre tenuto i conti in ordine tagliando le spese invece di alzare le imposte. Ora invece con queste nuove tasse il rischio é di comprimere i consumi e indurre in recessione l’economia. Ma la soluzione non dipende da noi né dal governo nazionale, ma dall’Europa”.

“Davvero abbiamo bisogno – dice nella telefonata – di un grande cambiamento, una grande riforma dell’architettura istituzionale per potere rendere governabile il nostro Paese. Se riusciremo a farlo in questo tempo che ci divide dalla fine della legislatura potremo veramente dire che abbiamo fatto qualcosa di grande e di importante”.

Per quanto riguarda la moneta unica europea , per ora, si limita a sostenere la necessità di una “banca centrale europea che possa garantire l’euro”.
Rivolto poi all’amico Don Gelmini lo sollecita:”Spero che tu vada avanti con l’impegno e la forza di sempre” e gli conferma la sua ammirazione per il lavoro svolto. Sono infatti 770 quest’anno, da tutti i centri della comunità sparsi per il mondo, i ragazzi che hanno terminato il loro periodo di recupero dalla tossicodipendenza. “Avete fatto del bene – dice l’ex premier – avete saputo trarre dal male un bene, per tanti ragazzi. E’ davvero una cosa straordinaria”.

 

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo