Rubriche

CESARE BATTISTI ATTORE (PARDON SCRITTORE)

Fortaleza Brasile 19 dicembre 2011
Oggi alle 18,30 qui a Fortaleza , nell auditorium del sindacato insegnanti del Ceara presso l universita federale, si e svolta la presentazione
dell ultimo libro di Cesare Battisti: Ai piedi del muro.
Circa un centinaio i partecipanti , nella grande maggioranza sindacalisti, comunisti ed anarchici, oltre ad una ex ministra, un giudice federale , alcuni ex deputati , naturalmente tutti del PT (partido dos trabalhadores lo stesso dell ex presidente LULA)ed il sottoscritto (unico italiano presente) Sfortunatamente per motivi non ben identificati , il libro non e ancora uscito dalle tipografie per cui l incontro si e inevitabilmente trasformato in una commemorazione della ^grande vittoria per la liberazione^ del comitato pro Battisti.
Al momento di salire sul palco del ns. connazionale uno scroscio di applausi e cori da stadio .
A prendere la parola per prima e la ex ministra la quale definisce la liberazione di Battisti e la concessione dello status di rifugiato politico una grande vittoria della democrazia e della giustizia , perche il povero Battisti e un perseguitato politico ed ha passato 30 anni da latitante inseguito dalle sentenze ingiuste dei tribunali italiani, i quali avrebbero estorto le confessioni dei compagni di Battisti con le torture. Inoltre lo scrittore avrebbe l unica colpa di aver lottato contro l imperialismo e la dittatura Italiana degli anni 70 , paragonandola addirittura alla dittatura del Brasile anni 60 / 70.
Il buon Cesare (da buon attore) conferma che non ha nulla di cui pentirsi , che ha combattuto la dittatura Italiana in nome del comunismo, che i giudici Italiani non l hanno mai interrogato e quindi l hanno condannato senza alcuna prova. Incredibilmente nessuno degli interventi menziona gli attentati ed i morti di cui il gruppo terroristico di cui faceva parte si macchio’ .
A questo punto la mia nausea e talmente forte che non resisto e lascio la sala mentre la platea comincia a cantare una canzoncina scritta per lui…..Tornando a casa nel caotico traffico di una megalopoli brasiliana spero piu che mai che esista una giustizia Divina .
Un grande abbraccio al Sig Torregiani
Mauro Hayes Fortaleza Brasile

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo