img_big
Cronaca

Italia nella morsa del gelo: guarda le previsioni

Si battono i denti in tutta Italia: correnti gelide provenienti dall’Artico stanno invadendo il Mediterraneo determinando condizioni decisamente invernali su tutto il nostro Paese: forti gelate al mattino, con temperature in sensibile ribasso ovunque. Torna la neve sulle Alpi per una perturbazione proveniente che porta nuvole anche nel resto del Nord. Neve a bassa quota al Centrosud.
Cielo nuvoloso sulle regioni del Nord, con schiarite in serata a partire dai settori occidentali. Tempo bello invece al Centro, in peggioramento solo dalla serata con piogge sul versante tirrenico e neve a quote collinari sulle zone interne. Piogge in Puglia con qualche possibile nevicata sui rilievi. Poco nuvoloso nel resto del Sud, con piogge sparse in Sardegna e rovesci moderati che in serata si spingono in Sicilia e Calabria. Moderato vento di Maestrale sulle Isole e al Sud.

 

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, mercoledì 21 dicembre.

Nord: prevalenza di tempo stabile e soleggiato un pò su tutte le regioni. Sulle zone di confine, però, sarà presente ancora nuvolosità responsabile di nevicate solo in prossimità del territorio italiano

Centro e Sardegna: qualche pioggia o nevicata attese tra Toscana e Lazio durante le prime ore del giorno ma con tempo in successivo deciso miglioramento; molte nubi inizialmente tra Marche, Umbria ed Abruzzo con nevicate a quote collinari intorno a 300-500 metri; poi nuvolosità, con fenomeni sempre più isolati, che tenderà ad alternarsi a schiarite; tempo instabile sulla Sardegna con piogge o temporali che tenderanno però rapidamente ad attenuarsi già nel corso della mattinata.

Sud e Sicilia: condizioni di tempo perturbato all’insegna della nuvolosità diffusa e consistente associata a piogge o temporali che localmente, specie tra Sicilia e Calabria, potranno risultare anche di forte intensità. Neve attesa tra Molise, Appennino campano e lucano così come sulle aree collinari e montuose di Calabria, a partire da 800 metri.

Temperature: in diminuzione al Centro, al Sud e sulle due isole maggiori. Venti: da deboli a moderati settentrionali al Nord con decisi rinforzi di Foehn sulle regioni occidentali; da moderati a forti settentrionali sulle rimanenti regioni ma con ulteriori rinforzi fino a molto forti su Sardegna e Sicilia. Mari: da mosso a molto mosso l’Adriatico; da molto mossi ad agitati il Tirreno ed il Mar Ligure; da agitati a molto agitati i rimanenti mari con tendenza a divenire grossi il Mar di Sardegna e lo Ionio centro-occidentale

Per le previsioni dettagliate clicca qui

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo