img_big
Cronaca
Stazionarie le condizioni dei 7 feriti

Jovanotti affida il suo dolore alla rete: tanti i messaggi di cordoglio postati su Twitter

“Il mio dolore è rivolto a Francesco Pinna, studente e lavoratore la cui vita si è fermata oggi nell’incidente che ha travolto la mia squadra”. Queste le parole di Lorenzo Jovanotti, pubblicate su Twitter, dopo aver appreso della morte dell’operaio di 20 anni, rimasto schiacciato dal crollo del palco che stavano allestendo per il suo concerto.  

“Questa tragedia – ha scritto ancora Jovanotti – mi toglie il fiato e mi colpisce profondamente. Un tour è una famiglia e si lavora per portare in scena la vita e la gioia. I ragazzi rimasti feriti sono lavoratori specializzati, che amano quello che fanno restando nell’ombra. Sono con voi – scrive ancora il cantante – vi voglio bene. Sono con la famiglia di Francesco Pinna e con i suoi amici. Il mio cuore è pieno di dolore”.

Su Facebook poi Lorenzo ha un pensiero anche per i feriti. “Ai feriti nel crollo della struttura mando un abbraccio – scrive -. Sono con voi ragazzi, le vostre ferite e fratture mi fanno male ma so che questa è la vostra vita come è la mia. Io sto sul palco che voi costruite, mi illumino delle luci che voi accendete, canto nell’impianto che voi fate funzionare. Rimettetevi presto, vi aspetto. Io e la mia famiglia, i musicisti e tutta la grande squadra di questo tour siamo in lutto per la tragedia che è successa a Trieste”.

Ma sono tantissimi i volti noti che hanno voluto mandare il loro messaggio alla famiglia del giovane

Paola Turci
Quello che è successo a Trieste è un dolore per tutti. Un abbraccio , @lorenzojova

FrancescoFacchinetti
@lorenzojova ha una sensibilità al di sopra della norma, farà la cosa giusta nel rispetto di tutti e tutto.

Ornella Vanoni
Vicina alle vittime di questa tragedia e vicina a Lorenzo perchè nel nostro mondo i tecnici diventano parte di una grande famiglia.

Fiorello
Nooo 20anni
Non sapevo del ragazzo morto!!! Mi unisco al dolore dei familiari..

Rudy Zerbi
Mi sento inadeguato a fare qualsiasi commento ma sono vicino alle famiglie di chi e’ rimasto coinvolto nella tragedia di Trieste e a Lorenzo

Alessandro Cattelan
Oddio. Leggo ora di quel che è successo a Trieste. Sono tristissimo.

Salvo Sottile
Un pensiero a quell’operaio di 20 anni morto a Trieste e un abbraccio a @lorenzojova. Sicurezza per i lavoratori!

Fiorella Mannoia
“Sono sconvolta da quello che è accaduto durante il montaggio del palco di Jovanotti. Tutta la mia solidarietà, a tutti”

Valentino Rossi
“Purtroppo ho letto quello che è successo a Trieste, che sfortuna, non ci voleva, un abbraccio a Lorenzo e a tutti i ragazzi”

Elisa
Un pensiero di sostegno alla famiglia del ragazzo che ha perso la vita montando il palco di Jovanotti, e a Lorenzo e tutto il suo Staff.

Raphael Gualazzi
“Alla famiglia del ragazzo, a Lorenzo Jovanotti e a tutto il suo Staff, va tutta la nostra massima solidarietà”

Federico Russo
“Apprendo adesso della tragedia di Trieste e del povero Francesco. Non ci sono parole. Un abbraccio a Lorenzo”

Max Pezzali
“Ho saputo solo ora di quanto successo a Trieste. Un abbraccio forte a Lorenzo e a tutti i ragazzi della crew”

Roy Paci
“La mia solidarietà alle famiglie degli operai, agli operai e all’amico Lorenzo”

Paola Iezzi
“…solidarietà a Lorenzo, alla band…. e alle persone coinvolte…..non ci sono parole….solo un grande abbraccio collettivo…”

Adriano Celentano e Claudia Mori
“A Francesco che oggi è morto mentre lavorava per allestire un palco, lacrime dolenti e amare. Ai feriti e a te Lorenzo, siamo vicini in un abbraccio fraterno. Claudia e Adriano”.

Negramaro
“In questo momento le parole non ci sono proprio…è morto un ragazzo e decine di feriti sotto il palco del fratello @lorenzojova a trieste….occhi chiusi e bagnati sono per quel ragazzo che è morto sotto i ferri della nostra passione e a tutti i feriti”.

Intanto si apprende che le condizioni dei sette operai feriti ieri nel crollo sono stazionarie. Il più grave rimane ricoverato in rianimazione, in prognosi riservata, a seguito di un intervento chirurgico ad un femore e ad una serie di politraumi al corpo. Gli altri sei feriti hanno accusato fratture, traumi contusivi e ferite di vario genere che hanno costretto ad una giornata di super lavoro i sanitari dei Pronto Soccorso e i medici del reparto di Ortopedia dell’ospedale di Cattinara (Trieste). Nessuno fra i feriti ricoverati al nosocomio triestino, a quanto si è appreso, è stato interessato da traumi cranici o al torace.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo