img_big
Cronaca
Liberalizzazione: esclusi i taxi

Manovra, slitta taglio stipendi ai parlamentari. Province cancellate da marzo 2013

La presentazione degli emendamenti alla manovra sull’Ici e sulle pensioni alle commissioni Bilancio e Finanze della Camera è slittata alle 10. All’inizio della seduta, cominciata in ritardo rispetto alle 8.30 previste, il governo ha infatti presentato due altri emendamenti riguardanti le Province e le liberalizzazioni, e anche i relatori hanno presentato una propria proposta di modifica che riguarda diversi articoli della manovra.


Stipendi deputati, no al decreto: li taglia la Camera
Saranno le Camere a provvedere al taglio delle indennità di deputati e senatori e non un decreto del governo come prevedeva la manovra. Lo stabilisce un emendamento del governo presentato alle commissioni Bilancio e Finanze, che “sana” così una norma che sarebbe stata illegittima. La manovra stabilisce che il governo interverrà con un decreto se la commissione guidata da Enrico Giovannini non concluderà entro il 31 dicembre il suo lavoro, che consiste nel parametrare gli stipendi dei parlamentari e dei dirigenti a quelli degli altri Paesi europei. “Il Parlamento e il governo – si legge nell’emendamento – ciascuno nell’ambito delle proprie attribuzioni, assumono immediate iniziative idonee a conseguire gli obiettivi di risparmio”.


Liberalizzazione, esclusi i taxi
Il governo esclude i taxi dal pacchetto liberalizzazioni. “Il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea viene escluso dall’ambito di applicazione dalle misure di liberalizzazione delle attività economiche previste dall’articolo 34 della manovra”, si legge in un emendamento del governo presentato alle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera.


Organi Province decadono il 31 marzo 2013
Gli organi in carica delle province decadranno il 31 marzo 2013 e slitta dal 30 aprile al 31 dicembre 2012 il termine entro il quale le funzioni delle province dovranno essere trasferite ai Comuni o alle Regioni. Lo prevede un altro emendamento del governo alla manovra che stabilisce una disciplina transitoria per gli enti in scadenza anticipata, facendo doverosa salvezza delle prerogative delle province autonome. La manovra rinviava a legge statale, senza riferimenti temporali, la determinazione del termine decorso il quale gli organi in carica delle Province decadono.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo