img_big
Sport

La ricetta di Ranieri: «Avanti senza proclami, stiamo zitti e pedaliamo»

Il calcio “spezzatino” non si ferma nemmeno di martedì. Senza coppe europee o nazionali, a farla da padro­ne è di nuovo il campionato e una delle protagoniste mancate dell’alta classifica, pur smaniosa di tornare ai recenti fasti. L’Inter di Ranieri cer­cherà di capire stasera a Marassi, nel recupero dell’undicesima giornata, se il mirino degli obiettivi stagionali potrà essere puntato più in alto ri­spetto alle attuali previsioni. «L’im­pressione è che ci sia stato un passo in avanti – ha dichiarato l’allenatore ro­mano – Siamo più solidi, grazie an­che al lavoro che hanno fatto le due punte. Ormai nel calcio moderno un attaccante non è solo quello che se­gna, è il primo difensore. Pazzini e Milito hanno fatto un grosso lavoro. Squadra che vince non si cambia? Può darsi, ma per noi il significato di questa gara è legato solo ai tre punti. Dobbiamo andare avanti e lavorare, senza proclami, stando zitti e peda­lando. Il mio punto di vista ormai lo conoscete, cominciamo a far bene contro questo avversario, che sabato contro il Siena ha giocato una grande partita, anche se ha diversi giocatori che si devono adattare al calcio italia­no».

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 13 dicembre

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo