img_big
Cronaca

Mai così caldo dal 1753, niente neve sulle Alpi

 I cappotti di lana, quest’anno, sono stati tirati fuori dagli armadi con qualche settimana di ritardo rispetto al solito e anche la neve sta tardando più del solito a fare la propria comparsa sul versante italiano delle Alpi. Quello che finirà tra poco più di due settimane sarà ricordato come uno degli autunni più caldi degli ultimi 258 anni per l’Italia Nord-Occidentale. Secondo la Società meteorologica italiana, infatti, a Torino si è trattato del secondo autunno più caldo dal 1753, con una temperatura media tra settembre e novembre di due gradi superiore alla media stagionale, una situazione analoga a quella riscontrata a Pontremoli, dove le misure sono iniziate nel 1929 e si è anche registrato il record del maggior numero di ore di sole dal 1994. In entrambi i casi, l’autunno più caldo è stato quello del 2006.

I dati delle rilvazioni sono stati influenzati da un inizio di stagione caldissimo, non a caso il mese di settembre è stato quello più caldo di sempre su gran parte del Nord Italia e le temperature sono state superiori ai trenta gradi anche in tutta la pianura Padana nella prima settimana di ottobre. Anche le brevi ma intense perturbazioni di fine ottobre e inizio novembre, tra cui quella responsabile degli alluvioni a cavallo dei due mesi, sono state caratterizzate dall’afflusso di aria calda di origine subtropicale che ha mantenuto le temperature elevate. La conseguenza di una stagione così mite, conclusa da una lunga fase di alta pressione e assenza di precipitazioni significative, è la mancanza di neve sulle Alpi, un evento comunque non eccezionale sul versante italiano della catena montuosa e che, in tempi recenti, si è già verificato almeno sei volte negli ultimi dieci anni. Nel 1991, 1994, 1998, 1999, 2001 e nel 2006. Decisamente più anomale è invece la situazione sul versante svizzero delle Alpi. Secondo l’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe di Davos, in Engadina, infatti, non si vedeva così poca neve oltre i 2.000 metri dal 1953.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo