Rubriche

«L’Italia che abbiamo nel cuore»

Stefania Craxi e il suo movimento Riformisti Italiani vogliono dare voce a quanti si riconoscono in una nuova cultura riformista ed hanno a cuore il processo di modernizzazione del Paese. Senza riforme profonde e coraggiose, l’Italia non uscirà dalla palude nella quale è rimasta impantanata. Al teatro Nuovo di Milano, sabato 26 novembre, è stato presentato il Manifesto dei Riformisti nel quale si rivendica una precisa identità politica e che ha come slogan “L’Italia che abbiamo nel cuore” . A seguire i lavori, sono intervenuti anche Alfano, Casini e Formigoni. E’ stato proposta una petizione per un’assemblea costituente per una Carta fondamentale dello Stato con la finalità di avviare la costruzione di una Nuova Repubblica Presidenziale. Il manifesto dei Riformisti evidenzia la necessità di una Grande Riforma che ponga definitivamente termine all’epoca della infinita guerra civile, degli odi di parte e delle drammatiche contrapposizioni e che renda norma l’alternarsi al governo delle forze conservatrici o riformiste. Il riformismo può contribuire ad incontrarsi forze diverse: quelle di provenienza socialista con quelle di matrice liberale e democratica sia nelle componente laica che nella componente cattolica.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo