img_big
Cronaca

Pacco sospetto fatto brillare a Roma: era un ordigno. Nessuna rivendicazione

Era un ordigno il pacco sospetto rinvenuto a Roma, in via Ajaccio. Gli artificieri dei Carabinieri, dopo aver messo in sicurezza l’area, lo hanno fatto brillare. All’interno c’era una gelatina che sarà analizzata. Il pacco era formato da due scatole da scarpe sovrapposte: in una c’era l’esplosivo, nell’altra un detonatore con innesco. Non sono stati trovati biglietti di rivendicazione. Indagano i Carabinieri del Nucleo Investigativo.

Le due scatole si trovavano nei pressi di un’officina in via Ajaccio, nel quartiere Trieste. Un residente che aveva parcheggiato nei pressi dell’officina ha notato i due contenitori sovrapposti dai quali uscivano dei fili, ha dato loro un calcio lamentandosi con il titolare della vicina macelleria del fatto che il meccanico lasciasse del materiale incustodito per strada. Quando però quest’ultimo è arrivato per aprire il suo esercizio, informato dell’episodio, ha negato di essere il proprietario delle scatole e, insospettito, ha chiamato subito i carabinieri.

Via Ajaccio è a qualche centinaio di metri dalla sede dell’ università Luiss. Ma al momento non risulta alcun nesso con il ritrovamento del pacco. Al momento nessuna rivendicazione è stata avanzata.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo