Schermata 2017-10-28 alle 01.27.51
News
La schedina è stata giocata nella tabaccheria di viale Buridani

Con 2 euro ha vinto una casa. «Il fortunato è uno del posto»

Il giocatore si è aggiudicato anche la cifra di 200mila euro

La Dea Bendata bacia la Reale. Venerdì mattina, la tabaccheria Bertolo di viale Buridani ha ricevuto la comunicazione da parte della Sisal dell’avvenuta vincita del premio massimo del concorso “VinciCasa”, con il quale viene messa in palio una casa a scelta del vincitore e la bellezza di 200mila euro in contanti.

Insomma, un premio che può cambiare la vita per sempre a qualsiasi persona. Con una giocata di due euro, il vincitore o la vincitrice sono riusciti a centrare la combinazione vincente, ovvero il “5”, composta dai seguenti numeri: 9- 10-13-15-26.

Il fortunato giocatore riceverà 500mila euro da utilizzare per l’acquisto di uno o più immobili in tutta Italia.

Dal 2014, anno di nascita del concorso, sono 49 le vincite assegnate, ma si tratta della ventisettesima casa da quando la formula del gioco è di- ventata quotidiana, la dodicesima nel mese di ottobre.

Giovedì mattina, appena si è sparsa la voce, la tabaccheria è stata presa d’assalto da tanti curiosi. «Non capita tutti i giorni di ricevere queste bellissime comunicazioni – ammette la famiglia Bertolo, che da decenni gestisce la tabaccheria nello storico viale venariese – Chi può essere? Qui non ci sono molti giocatori di passaggio, ma proprio non ricordo chi ha giocato. Ieri non sono state fatte giocate particolari, solamente classiche, regolari direi. In fondo, investire una cifra come due euro con la speranza di poter vincere una casa e 200mila euro in contanti è davvero molto allettante».

La famiglia Bertolo, però, non è nuova a finire sui giornali per vincite importanti: «Non si tratta della prima vincita rilevante realizzata presso la nostra ricevitoria. Sono stati già vinti 2 milioni e mezzo con il Superenalotto – commentano ancora sorridenti – Noi siamo sempre qui, se il vincitore dovesse ricordarsi di noi…».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo