img_big
Sport

Addio stile Juventus: da Moggi a Del Piero due casi che dividono

 Del Piero e Moggi rischiano di diventare due casi scottanti per la Juventus. Nessuna polemi­ca pubblica (per il momento), ma solamente tanta rabbia da parte dei tifosi che non hanno assolutamente mandato giù le decisioni di prendere le distanze dal capitano e dall’ex dg. Il primo è stato congedato dal presidente Agnelli durante l’assemblea degli azionisti dello scorso 18 ottobre, il secondo scaricato con un comunicato dopo la sentenza del pro­cesso di Calciopoli.
TUTTI CON MOGGI
Non si spengono gli echi di quelle che sono state le sentenze di primo grado del processo di Calciopoli che hanno visto Luciano Moggi es­sere condannato a 5 anni e 4 mesi. Sentenza, quella che ha colpito Big Luciano, che ha nuovamente allontanato la società dal suo ex dg. Nuovamente perché già nel 2006 il club, in piena bufera estiva, aveva preso le distanze da lui e da Giraudo, dichiarando di non aver nulla a che fare con quanto era avvenuto, fermo restando poi col tempo quasi arrivare a soste­nere la difesa degli avvocati di Moggi che avevano presentato prove utili per chiedere anche la revoca dello scudetto 2005/2006 asse­gnato all’Inter, grazie ad intercettazioni telefo­niche che incastravano l’ex presidente neraz­zurro Facchetti. Il nuovo allontanamento con tanto di nota della società («La sentenza odier­na afferma la totale estraneità ai fatti contesta­ti… ») ha letteralmente mandato in bestia i tifosi che in questi giorni hanno assalito forum e siti web schierandosi dalla parte di Moggi.

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola l’11 novembre

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo