img_big
Cronaca

Gheddafi ucciso in circostanze non chiare, Nato: “Aprire un’indagine”

L’Alto commissariato per i diritti umani delle Nazioni Unite si è pronunciato oggi per un’indagine sulle circostanze “non chiare” della morte di Muammar Gheddafi. “Ci sono quattro-cinque versioni diverse. C’é bisogno di un’indagine” ha detto oggi a Ginevra il portavoce dell’Alto commissario, Rupert Colville.

La Francia ritiene che dopo la morte di Muammar Gheddafi l’operazione militare della Nato in Libia può dirsi “finita”. “Penso che possiamo dire che l’operazione militare della Nato è conclusa e che l’insieme del territorio libico è sotto il controllo del Cnt”, ha detto il ministro degli Esteri francese Alain Juppe.

La Nato porrà un termine alle operazioni in Libia appena i civili saranno al sicuro: lo ha indicato il segretario britannico alla Difesa Philip Hammond, riferisce la Bbc.

I rappresentanti della tribù di Gheddafi, Qaddafia, sono in contatto con un gruppo di ribelli per valutare la possibilità di assumere il compito di seppellire il rais. Lo ha detto alla Reuters Abdel Mjid Mlegta, comandante del Cnt.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo