img
Spettacolo

L’appello di Garko alle fan: «Non sono io su Facebook!»

La bellezza può di­ventare addirittura pericolosa. Lo sa perfettamente Gabriel Gar­ko, lo splendido attore to­rinese che suo malgrado ha dovuto conoscere an­che il rovescio della meda­glia della celebrità e che oggi si trova a vivere un ‘ esperienza davvero spiacevole. Un lato oscuro inimmaginabile della sua vita, che lo stesso Garko ha voluto confessare in un’intervista rilasciata a ” Gente”, stupendo natu­ralmente il grande pubbli­co.
L’immagine dell’a t t or e , che presto rivedremo in televisione in ” Viso d’a n­ge lo”, rischia di venire compromessa da un ma­niaco che avrebbe rubato l’identità informatica del­lo stesso Garko su Face­book. Il delinquente avrebbe approfittato della popolarità del bel Gabriel e dell’indiscutibile appeal esercitato sulle sue sem­pre numerose fan, per chiedere proprio alle am­miratrici di spogliarsi, promettendo in cambio un suo striptease.
Una situazione decisa­mente delicata, insomma, che ha portato Garko a mettere in guardia tutte le sue fan e soprattutto a sporgere qualcosa come 280 denunce in pochissi­mo tempo per cautelarsi di fronte a una questione davvero imbarazzante. « C’è una ragazza che da giorni è piazzata sotto casa mia – racconta nel corso dell’intervista a rilasciata a Gente -. Sostiene di esse­re la mia fidanzata perché crede di chattare con me in un social network. Ma ovviamente non sono io » . Ancora, a scanso di equi­voci, lo stesso Garko sce­glie di ribadire che « non sono presente né su Face­book né su altri social net­work. Questo è un annun­cio ufficiale per tutte le mie fan: non sono io quel­lo che trovate in chat, e naturalmente non sono io quello che chiede spoglia­relli alle ragazze promet­tendone uno mio in cam­bio » .
Le ammiratrici sono avvi­sate: il ” vero” Gabriel Gar­ko è soltanto in televisio­ne. Nei social network ab­bondano anche i maniaci e gli approfittatori, da cui è bene stare alla larga. Na­scondersi dietro un nic­kname o un’identità vir­tuale falsa è diventato più semplice di bere un bic­chiere d’acqua. Garko, col­pevole di essere ” troppo bello”, l’ha sperimentato sulla propria pelle.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo