Rubriche

Tecnologia del futuro – Svago I-tech (PARTE 1)

Avete mai provato a chiedervi.. ma come sarà il prossimo futuro e che nuovi tipi di nuovi svaghi avremo??
Bhe la risposta non è semplice.. ma possiamo provare a immaginarci un futuro sempre più coinvolgente dati gli ultimi progressi in campo tecnologico.
L’emittente televisiva “Discovery Science” ha provato ad azzardare delle ipotesi che vi racconteremo nel nostro riassunto:

– Stelle del cinema digitali: ovvero parliamo di personaggi creati al computer in 3d indistinguibili dagli attori in carne ed ossa, ciò si può fare ricreando la stessa mimica facciale di un attore reale grazie ad una speciale apparecchiatura su cui sono montate delle fotocamere che scattano le varie espressioni del viso da ogni tipo di angolazione e poi vengono riprodotte al computer per crearne un volto in 3d che poi può anche essere soggetto a particolari modifiche rendendo ad esempio il personaggio più anziano, giovane o con una faccia animata ecc..

– 3d stereoscopico senza occhiali: La nota azienda “Philips” è stata una delle prime ad introdurre una simile tecnologia, che tra l’altro troviamo su modelli come della “Toshiba” e smartphone come “Lg optimus 3d” e altri purtroppo non usciti sul mercato europeo.
Come funziona questa tecnologia?? E’ semplice il software televisivo calcola la differenza dell’immagine di quella vista dall’occhio destro e quella vista dall’occhio sinistro ad ogni inquadratura, poi milioni di minuscoli prismi presenti sullo schermo proiettano versioni multiple di ogni pixel, il risultato è che quando il cervello somma la variazione di questi pixel ci viene data l’illusione di quest’effetto 3d.
Questo tipo di tecnologia che per il momento non sta avendo un gran successo fra i telespettatori presto si diffonderà anche col migliorare della tecnologia e verrà associata ad altri particolari effetti come il movimento delle sedie, odori trasmessi attraverso cartucce, spruzzi e getti d’acqua dandoci l’effetto di essere veramente immersi nel film! (questo tipo di soluzione viene definita come 4d – o – 5d, 6d a secondo del livello di coinvolgimento e di effetti speciali).
Sarà inoltre possibile immergersi nel 3d con film e giochi a partire dal 2012 grazie ad un visore stereoscopico immesso sul mercato dalla Sony che monta al suo interno due display lcd in grado di riprodurre agli occhi l’effetto della profondità (parte dell’attrezzatura necessaria sarà comunque una playstation 3 o un lettore blue-ray sony 3d)

– Olografia 3d-stereoscopica – grazie alla nuova invenzione del futuro su cui si sta lavorando saremo in grado di vedere gli oggetti in 3d proiettati nell’aria, come se fossero a casa nostra.
Una di queste tecnologie a cui si sta lavorando è il “Fog screen” (schermo di nebbia) che consiste di mostrare immagini generate al computer su un sottile strato di nebbia – vapore acqueo che piove da un’ apparecchio impiantato sul soffitto.

– Tatto virtuale: lo spettatore, giocatore potrà sentirsi come toccato da elementi virtuali come se fossero vere.. tutto questo è possibile con delle speciali tute “ab tech” (dove all’interno ci sono degli airbag collegate da speciali pompette che li gonfiano e li sgonfiano per creare la sensazione del tatto).
Cosi sarà possibile grazie a queste tute avvertire un vero pugno in pancia o un calcio nelle gambe mentre si gioca (si potrà anche regolare l’intensità dell’impatto grazie a dei comandi come se fossero il controller per abbassare il volume audio).

– Pensieri e gesti: Potremo interagire con dispositivi hi-tech con la forza del pensiero o con dei semplici gesti grazie a delle apparecchiature.
Una delle più famose è il “kinect” per Xbox 360 che grazie ad un dispositivo e una cam che traccia i nostri movimenti ci dà la possibilità di giocare senza l’ausilio di controller.
Un’altra alternativa è il casco wireless “epic” della Emotive che ad ogni pensiero umano riesce a farlo collegare ad un particolare impulso elettrico mandato dal cervello (per mezzo dei bulbi del cuoio capelluto) grazie ai 16 sensori impiantati.

To be continued..

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo