img_big
Cronaca

Nizza blindata per il G20: la Francia ripristina le frontiere con l’Italia

L’eco della rivolta di sabato a Roma arriva Oltralpe e il prefetto di Nizza, Jean-Michel Drevet, annuncia che a partire dal 24 ottobre verranno ripristinate le frontiere tra Francia e Italia. Il provvedimento è stato deciso per impedire l’ingresso sul territorio francese di persone o gruppi considerati pericolosi per l’ordine pubblico. Il summit G20, in programma il 3 e 4 novembre, potrebbe infatti essere visto dai black bloc e dagli anarcoinsurrezionalisti italiani come l’occasione per replicare la guerriglia di sabato nella Capitale.

Le forze dell’ordine francesi, ha spiegato Drevet, lavoreranno in stretto contatto con la prefettura di Imperia, attivando pattuglie miste “franco-italiane” lungo il confine. Per prevenire “atti isolati” fuori dalle manifestazioni autorizzate, il dipartimento sarà controllato da piccole unità di agenti di polizia “capaci di reagire velocemente” ad ogni evenienza, ha aggiunto il prefetto.

Gruppi di contestatori, in arrivo da tutto il mondo, parteciperanno a un contro-summit a Nizza il primo novembre, e poi a un’azione contro i paradisi fiscali a Cap d’Ail, nei pressi del principato di Monaco, il 3 novembre. L’itinerario del percorso della grande manifestazione di Nizza è ancora in discussione, ma dovrebbe essere vietato l’ingresso nel centro città. Negata l’autorizzazione ai manifestanti per avvicinarsi alla zona rossa intorno alla Croisette di Cannes, dove si svolgerà il G20.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo