img_big
Spettacolo

Cecilia Capriotti: “Non avrei mai pensato di posare nuda”

È una donna gentile, Cecilia Capriotti. Di quella cortesia che non concede spazio a risposte brusche o atteggia­menti arroganti. Quarta al concorso di Miss Italia nel 2000, debutta in televisione nel 2004 con “Dribbling” su Raidue. Poi, l’abbia­mo vista nei panni di inviata ne “La vita in diretta” (2005-2006), nel ruolo di valletta di Gene Gnocchi nella trasmissione satirica “La grande notte” (2006-2007) e nelle vesti di concorrente di “Ballando con le stelle” con Samuel Peron (2010). Pochi giorni fa ha presentato a Milano il nuovo calendario di For Men Magazine. «Non avrei mai pensato di posare per delle foto di nudo, perché sono molto riservata e pudica. All’inizio ero imba­razzata, ma per fortuna il fotografo e il suo team mi hanno messa a mio agio. E alla fine sono soddisfatta del risultato», racconta la showgirl e attrice nata ad Ascoli Piceno nel 1976.
Le piace il lavoro di modella?
«Moltissimo. La fotografia artistica è un’espressione d’arte e posare è una forma di recitazione che svela sempre qualcosa di sé».
Qual è la sua aspirazione più grande?
«Da quando ho partecipato a Miss Italia a oggi mi sono cimentata in molti ruoli. In futuro vorrei concentrarmi sulla recitazione ed affer­marmi come attrice. Ho già un po’ di espe­rienza: nel 2008 ho interpretato il ruolo di Eva nel film “No Problem” di Vincenzo Salem­me.
E di recente ho lavorato con Woody Allen in “The Bop Decameron”, re­gistrato a Roma. Un’esperien­za incredibile».
Ha studiato recitazione?
«Certamente. Non amo l’im­provvisazione sul lavoro. E le dirò di più, sto continuando a studiare».
Quarta a Miss Italia nel 2000 è tutt’oggi in splendi­da forma. Cosa fa per man­tenersi bella?
«Frequento la palestra. Mi alleno tre, quattro volte a settimana. Non lo faccio solo per mantenere e rassodare il fisico, ma anche per rilassare la mente. E poi sto attenta all’alimentazione, che è alla base di tutto. Mangio anche sei volte al giorno, ma in modo sano. Prediligo pesce e verdura, riduco al minimo la pasta e da anni non tocco né il pane né i fritti. Chi vuole fare questo mestiere con professionalità e stile deve mettere in conto di condurre una vita di sacrifici e di rinunce. Spesso la sera invece di uscire con gli amici vado a letto alle 23.30 per essere riposata ed efficiente sul lavoro».
Quali parte di sé preferisce e quali le piacciono meno?
«Amo i miei occhi, mentre non vado matta per i miei piedi, che avrei voluto più affusola­ti ».
Quanto conta la bellezza per un’attrice?
«È importante, soprattutto quando ricopri ruoli sexy, ma non basta per garantire un duraturo successo».
In quali occasioni dedica maggiori atten­zioni a se stessa?
«Quando sono impegnata in lavori importan­ti. Per rispetto della mia professione, sono sempre perfetta».
Dal lavoro all’amore: con­vive da quattro anni. Chi è il fortunato?
«Si chiama Andrea e non lavora nel mondo dello spet­tacolo ».
Che cosa sogna per il suo futuro?
«Mi auguro di sposarmi con Andrea e di diventare mam­ma, anche se per il momento preferisco dedicarmi al mio lavoro».
Con gli uomini che rapporto ha?
«Prima di mettermi con Andrea avevo un rapporto di amore e odio, un mix di sfida e di competizione. Con Andrea, invece, regna la complicità, forse perché è un po’ più grande di me (è maggiore di 13 anni, ndr)».
Chi è l’uomo più elegante che le viene in mente?
« Marco Tronchetti Provera ».
E il più sexy?
«Avrei fatto pazzie per Mickey Rourke ai tempi di “9 settimane e 1/2″».

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo