img_big
Sport

Ibra è depresso: «Ho perso la passione»

 Zlatan Ibrahimovic lancia il sasso senza nascondere la mano. Lo svede­se non è abituato a nascondersi. Dice sempre quello che pensa anche se a volte le sue uscite sono impopolari soprattutto per i suoi tifosi. Ma que­sta volta le affermazioni fatte al quoti­diano Aftonbladet hanno un sapore diverso. «Il calcio non mi brucia più dentro come in passato», spiega Ibrahimovic proseguendo: «Ora è più un fatto di routine. È un ritmo che ti è entrato nel corpo: esci sul campo, ti riscaldi, ti alleni e poi vai casa. Prima, invece, capitava che rimanes­si al campo perché c’era sempre qualcosa da fare che avesse a che fare con il calcio». E ancora: «Si deve smettere quando si è al top. Di certo non giocherò ancora a lungo». L’at­taccante sembra quasi in crisi. Che Zlatan compiuti i 30 anni sia alle prese con un cambiamento? Potreb­be essere, anche se i maligni leggono le parole del nazionale svedese come un nuovo “mal di pancia”.

 

L’articolo di Tiziana Cairati su CronacaQui in edicola il 5 ottobre

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo